12 Giugno. Referendum sulla giustizia

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

“Il 12 giugno bisogna votare per abrogare anche l’intera Legge Severino perché la decadenza o la sospensione della carica elettiva in caso di condanna non definitiva, viola il principio della presunzione di innocenza.
Inoltre è necessario restringere i casi in cui possono essere inflitte misure cautelari, abrogando l’ipotesi di pericolo di reiterazione dello stesso reato perché questa norma è spesso utilizzata per giustificare in modo quasi automatico forme intense di restrizione della libertà personale.”
Simona Viola, avvocato

“Comunque, vi volevo dire che non è vero che nei quesiti referendari sia in gioco la giustizia. No! Nei referendum è in gioco la vostra vita affinché non sia nelle mani di un magistrato che un bel giorno sulla base di nulla vi mette in custodia cautelare cioè in galera.”
Giancristiano Desiderio, giornalista e scrittore

“Il 12 Giugno andrò a votare SI ai referendum per ripristinare un po’ di Giustizia in Italia.”
Guido Crosetto

“Alleati e piccoli partiti hanno una grande occasione dopo mesi passati a ricordarci di voler votare e di essere tantissimi. Spingere tutti a recarsi alle urne per i REFERENDUM GIUSTIZIA
Letta ha già detto che si vincono i Sì si creerebbero problemi. Vi serve altro?”
Alex Bazzarro, Lega

VOTIAMO SÌ Referendum 12 giugno 2022
Ecco i 5 quesiti abrogativi.

 

SCHEDA DI COLORE ROSSO
Referendum n. 1
Abrogazione del Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi.

 

SCHEDA DI COLORE ARANCIONE
Referendum n. 2
Limitazione delle misure cautelari: abrogazione dell’ultimo inciso dell’art. 274, comma 1, lettera c), codice di procedura penale, in materia di misure cautelari e, segnatamente, di esigenze cautelari, nel processo penale.

 

SCHEDA DI COLORE GIALLO
Referendum n. 3
Separazione delle funzioni dei magistrati. Abrogazione delle norme in materia di ordinamento giudiziario che consentono il passaggio dalle funzioni giudicanti a quelle requirenti e viceversa nella carriera dei magistrati.

 

SCHEDA DI COLORE GRIGIO
Referendum n. 4
Partecipazione dei membri laici a tutte le deliberazioni del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari. Abrogazione di norme in materia di composizione del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari e delle competenze dei membri laici che ne fanno parte.

SCHEDA DI COLORE ROSSO

Referendum n. 5
Abrogazione di norme in materia di elezioni dei componenti togati del Consiglio superiore della magistratura.”
Paolo Russo, Forza Italia

“Il 12 Giugno vota i referendum contro lo
scandalo delle mancate richieste di rimborso allo Stato per gli errori di giustizia!
Zero azioni di rivalsa contro i magistrati che sbagliano!
Manfredi Potenti, Lega

“Il 12 giugno andrò a votare al referendum sulla giustizia e voterò sì.
Resto convinto si tratti di una questione che, per implicazioni e delicatezza, dovrebbe essere organicamente affrontata dal Parlamento ma visto che il Parlamento col cazzo che lo farà, vado a votare.”
Andrea Venanzoni, giornalista

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.