1 Maggio Ugl. “Trasparenza e rinnovamento” è lo slogan dei quadri sindacali delle categorie di Caserta

Condividi

Caserta, 3 mag. – Si è conclusa con l’intervento del Segretario Generale Francesco Paolo Capone la tre giorni di festeggiamenti organizzata dalla Ugl nella città di Latina. Un vera e propria festa del lavoro, culminata con la festività del 1 Maggio, che ha avuto come centro nevralgico la centralissima Piazza del Popolo, dove il sindacato di Via delle Botteghe Oscure aveva allestito il suo villaggio fatto di stand promozionali, attività ludiche e centro convegni. Numerose le tavole rotonde che hanno visto la partecipazione degli esponenti della politica locale e nazionale (Meloni, Gasparri, Puglia, Giorgetti, etc.) intervallate dall’assise nazionale dei dirigenti provenienti dalle categorie e da tutti i territori d’Italia. Di rilievo la pattuglia dei dirigenti provenienti dalla provincia di Caserta che all’appuntamento di Latina ha discusso di organizzazione e future priorità. “La massiccia presenza della Ugl Costruzioni Caserta riconosciuta anche dal palco” ha dichiarato Pasquale Brancaccio “dimostra la grande fidelizzazione dei lavoratori del territorio e vuole rappresentare simbolicamente la presenza di tutti coloro che non erano presenti”. Per Ferdinando Palumbo, che a Latina ha sfilato con la categoria Agroalimentare “Il primo Maggio di quest’anno segna la data di ripartenza del sindacato, della partecipazione, della inclusione e della presenza, un must che interpreteremo sui territori con intransigenza. Sarà nostro compito favorire incontri proficui tra Lavoratori e produttori di eccellenze che dovranno guardare allo sviluppo territoriale. “Siamo su tutte le vertenze della provincia” ha commentato Alessando Favoccia ”siamo e saremo i paladini della onestà ed i portatori della trasparenza. Mi farò carico di denunciare illegalità, scorrettezze e mancato rispetto delle regole degli accordi e dei contratti nazionali”.

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]