‍L’Ischia Film Festival celebra il suo ventennale: appuntamento dal 25 giugno al 2 luglio

Condividi

Con il fortunato format di sempre, che mostra il rapporto tra produzioni audiovisive e territorio, torna – dal 25 giugno al 2 luglio 2022 – l’Ischia Film Festival, celebrando il suo ventennale con un’edizione speciale “E come i regnanti partenopei del passato, i festeggiamenti avverranno in un Castello, quello Aragonese della famiglia Mattera, sede esclusiva dell’evento sin dalla prima edizione”, anticipa il direttore e fondatore del festival, Michelangelo Messina.
Con l’ufficializzazione delle date parte il bando di selezione sulla piattaforma filmfreeway per il concorso cinematografico, a cui possono partecipare lungometraggi, cortometraggi e documentari per le sezioni Concorso Internazionale, Location Negata e Scenari Campani. Non mancano le novità: per poter partecipare le opere dovranno essere almeno anteprime regionali, ovvero film inediti e dunque mai proiettati in Campania.
“Nel corso di questi anni il festival ha ospitato presenze illustri del cinema, dai premi Oscar Oliver Stone, Bille August, Salvatores, Rambaldi, Storaro, Greenway, Kiarostami, Turturro, Monicelli, Rubini, ai giovani filmakers – ha proseguito il direttore e fondatore Michelangelo Messina – Con il ventennale vogliamo festeggiarli e augurarci che il cinema ritorni ad essere un punto fondamentale nella cultura dei popoli”.
A inaugurare l’edizione un esclusivo gala di pre-apertura sabato 18 giugno, tra mostre, installazioni, film e ospiti internazionali. Il ventennale sarà presieduto da uno dei più importanti registi russi, Alexander Sokurov, insignito con il premio alla carriera dell’Ischia Film Festival. L’evento è sostenuto dalla Film Commission Regione Campania e dalla Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura.

Bando selezione
https://filmfreeway.com/IschiaFilmFestival

www.ischiafilmfestival.it

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]