Whirlpool. Caso (M5S): “Passo indietro della multinazionale? Lo verificheremo domani al tavolo”

Roma, 11 giugno 2019 – “Domani sapremo nei dettagli se la multinazionale intenda rispettare pienamente l’accordo dell’ottobre scorso o prendere del tempo rispetto all’indignazione sollevatasi alla notizia della chiusura della sede di via Argine a Napoli, che avrebbe messo alla porta 430 lavoratori dietro cui ci sono famiglie da mantenere, i numeri parlano chiaro, hanno preso 50 milioni di euro circa di fondi e ci devono dire come li hanno spesi e come intendono garantire, a Napoli e non altrove, produttività e posti di lavoro. Altro non vogliamo sentire” è il commento di Andrea Caso, Portavoce alla Camera del MoVimento 5 Stelle e membro della Commissione Antimafia che assicura sarà presente “anche domani al Tavolo al Ministero dello Sviluppo Economico per capire come il noto marchio intenda tornare sui suoi passi dopo giorni di presidio dei lavoratori alla sede napoletana”.

ILMONITO non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie tra i soci dell’Associazione MADEFARES.  Se vuoi aiutare l’associazione a sostenersi puoi fare una donazione.

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, ILMONITO correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online ed ILMONITO ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it