Universiade, il Papa benedice la Torcia di Napoli 2019

DOMANI LA TAPPA A CITTÀ DEL VATICANO

La Torcia dell’Universiade Napoli 2019 continua il suo percorso. Dopo la tappa di Assisi, domani – mercoledì 12 giugno – sarà la volta di Città del Vaticano.

La Torcia, simbolo di pace, unione e fratellanza, sarà benedetta dal Santo Padre al termine dell’Udienza generale alla presenza del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, del Presidente della FISU, Oleg Matytsin, del Presidente del CUSI, Lorenzo Lentini, del Commissario Straordinario per l’Universiade, Gianluca Basile, e del Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Gaetano Manfredi.

Alle 12 la Torcia partirà per la sua quinta tappa da Piazza San Pietro, percorrendo Via della Conciliazione e il Ponte dell’Angelo, per arrivare al Centro Sportivo Italiano, dove alle 12.30 si terranno i saluti istituzionali.

Quattordici i tedofori che si alterneranno lungo il percorso romano, correndo in coppia: Davide Tizzano, due volte campione olimpico di Canottaggio e membro del Comitato Organizzatore; Massimiliano Rosolino, oro a Sydney 2000 e ambassador di Napoli 2019; Valerio Grazini, medaglia d’oro di Tiro a Volo all’Universiade Gwangju 2015 ; Giancarlo Tazza, oro in Tiro a Volo all’Universiade Shenzen 2011; Lorenzo Porzio, bronzo olimpico di Canottaggio; Dariya Derkach, campionessa europea under 23 di Atletica leggera; Giovanna Giacobbo, pallavolista della Nazionale Italiana, e sette studenti delle Università romane La Sapienza, LUMSA, Campus Bio-Medico e Pontificia Università Lateranense.

La tappa di Roma si concluderà con un incontro presso la sede del CONI, alle ore 15, con il Presidente Giovanni Malagò.


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.redazione@ilmonito.it