Una notte al museo, sabato 23 giugno visite serali al Belvedere di San Leucio

Sono ancora disponibili posti per le visite guidate al Belvedere di San Leucio, organizzate nell’ambito di “Una Notte al Museo”, in programma sabato 23 giugno con partenze alle ore 18,00 – 19,00 – 20,00. Nello scenario serale del “Bello Vedere” di San Leucio, l’affascinante luogo dove i leuciani praticavano l’arte della seta, gli ospiti potranno godere di percorsi guidati nelle stanze del complesso monumentale organizzate dal Comune di Caserta in collaborazione con l’associazione Corteo Storico della Real Colonia di San Leucio. I visitatori saranno immersi in una rappresentazione teatrale-musicale itinerante dal titolo “Miniature (Amore & Regno)”, scritta e diretta da Vittoria Sinagoga. La rappresentazione racconta cosa accadeva probabilmente nei secoli scorsi fra due giovani destinati a sposarsi, quando i rispettivi “real genitori” sugellavano un patto di alleanza per il potere e l’estensione dei propri regni, attraverso un matrimonio combinato. Anche Ferdinando IV di Borbone e Maria Carolina d’Asburgo Lorena furono protagonisti di tale destino. La visita dura circa un’ora e l’ingresso ha un costo di 4 euro a persona, guida inclusa. Ingresso gratuito previsto per i portatori di handicap e per bambini fino a 6 anni. Per info e prenotazioni 0823 273151.

A seguire, alle ore 21,00, nel Cortile dei Serici sarà la volta dello spettacolo “La Nina o sia la pazza per amore”, commedia per musica di Giovanni Paisiello per la direzione artistica di Ciro Costabile, fatta rappresentare per la prima volta da Ferdinando IV per il popolo leuciano nel 1789. L’ingresso sarà gratuito.


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it