Una bella realtà anche fuori dalla Campania, il marchio dolciario di Vincenzo Bellavia

Germano Bellavia vive un momento d’oro. La sede a Roma del brand di Vincenzo Bellavia, marchio dolciario di grande qualità e bontà, è una bella realtà fuori dalla Campania dopo le nuove sedi partenopee. E le sorprese non sono finite. <<a Napoli è un brand ormai noto e collaudato da sempre, ma in 95 anni di tradizione, ora siamo a Roma, alle Porte di Roma. E sono contento di aver portato qualcosa nella città dove tutto è partito, con i miei studi di recitazione. I romani apprezzano i dolci napoletani, quelli tradizionali, le novità, arriva gente da tutta Italia. E io sono molto impegnato visto che mi devo dividere fra tanti impegni. Ma sto profondendo molte energie nella sede di Roma, è bello crescere, ho un’azienda, tutta la mia famiglia ci crede e abbiamo una responsabilità verso le persone che lavorano e collaborano>> racconta l’attore napoletano.
A parte la fiction e l’attività imprenditoriale, ci sono molte cose che bollono in pentola. <<Per Canale 21 ho girato una serie con Rosario Verde per il ritorno del supereroe partenopeo Sasa-Man, io sarò il suo antagonista. Partecipo poi a Terra Viva, con Guenda Goria per la regia di Nilo Sciarrone. Infine ho vari progetti con la Maxima Film insieme al mio collega Marzio Honorato, per alcuni progetti, e anche con Vincenzo Pirozzi, uno dei registi di Un posto al sole che negli scorsi anni avete visto tra gli interpreti dell soap e di Gomorra>> rivela Bellavia, peraltro scelto per un cameo nel nuovo film di Massimiliano Bruno <<Ritorno al Crimine>> con Marco Giallini e Alessandro Gassman.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it