Terzigno-Santa Maria Assunta 1-2. Prisco non basta: rossoneri ancora fermi al palo

Strada ancora in salita. Il Terzigno non riesce a tamponare l’emorragia di sconfitte: ieri, sul neutro di Ottaviano, i rossoneri sono incappati nel terzo ko di fila nonostante una prestazione in cui, per la mole di gioco offerta, meritavano senza alcun dubbio qualcosa in più.

Avvio rocambolesco e ricco di spunti. Poco dopo il quarto d’ora di gioco sono i mariani a rompere il ghiaccio. Punizione piuttosto dubbia concessa dal direttore di gara, se ne incarica lo specialista Porzio che di potenza buca Speranza, firmando lo 0-1. Va di male in peggio ai vesuviani che di lì a poco perdono Ruggiero, colpito duro da Sorrentino, al suo posto Di Martino inserisce Attianese, uno dei volti nuovi del gruppo, nonostante una condizione atletica non ancora ottimale. Al 22’ ci pensa Prisco a spezzare l’incantesimo: punizione magistrale la sua che non lascia scampo ad Alfieri, primo gol stagionale per i rossoneri che trovano così l’1-1. Il pari però non dura a lungo. Poco dopo la mezz’ora di gioco, i pompeiani rimettono la freccia. Corner calciato da Porzio, topica di Attianese che favorisce l’inserimento di Malafronte che da due passi scrive l’1-2.

Nel secondo tempo Di Martino opta per un riassetto tattico: spazio al 3-4-1-2 con Miranda e Pagano subito in campo in luogo di Velardo ed Annunziata. Il Terzigno domina il campo ma non graffia in fase di finalizzazione. Pinchera, in due occasioni, manca l’impatto con la sfera da ottima posizione; ci prova anche Sansone ma la conclusione dell’ex Torrese viene murata da Infante. ll Santa Maria prova a respirare strizzando l’occhio al contropiede ma non è lucido nella scelta dell’ultimo passaggio. I rossoneri ringraziano e cercano, fino all’ultimo, il guizzo vincente. Gli ultimi ad arrendersi sono Prisco e Pinchera, entrambi però sono costretti ad alzare bandiera bianca sui superlativi interventi di Alfieri che congela il risultato, costringendo i vesuviani al terzo ko di fila.

Ancora una sconfitta di misura per il Terzigno che non riesce a cancellare lo zero in classifica. Tanta sfortuna per i rossoneri a cui – ancora una volta – non basta una buona prestazione per portar via un risultato positivo. Fissata per domani la ripresa della preparazione al “Millenium” nella settimana che condurrà i vesuviani alla trasferta ostica di San Sebastiano al Vesuvio.

image_pdfimage_print

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

redazione@ilmonito.it

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: