Terzigno. Avvio complicato ma Di Martino non fa drammi: “Gruppo forte, sapremo venirne fuori”

Ripartire di slancio. L’avvio di campionato non ha regalato grosse gioie al Terzigno: due sconfitte, entrambe di misura, che hanno reso a dir poco brusco l’impatto con la Prima Categoria. L’emozione per il grande ritorno dei rossoneri nel circuito calcistico regionale si è ben presto affievolita per i risultati certamente poco entusiasmanti.

Di attenuanti però  ce ne sono e come. In primis il poco tempo col quale coach Di Martino, in accordo con la società, ha dovuto assemblare un gruppo del tutto nuovo, cominciando a plasmarlo senza però aver potuto svolgere una preparazione vera e propria. Un handicap sin qui pagato a caro prezzo anche se lo zero in classifica non può e non deve cancellare quanto di buono espresso sul rettangolo di gioco: “Effettivamente stiamo passando un brutto periodo – esclama il tecnico dei vesuviani -, ma questo solo chi non ha mai fatto calcio non poteva prevederlo. Per quanto mi riguarda i ragazzi stanno lavorando duro e siamo appena alla terza settimana insieme. Siamo partiti con netto ritardo rispetto agli altri ma il gruppo sta cercando di colmare questo gap con tanto impegno e sacrifici. La prima settimana di lavoro è stata la più dura, poi però a poco a poco siamo riusciti insieme alla società a creare un bel gruppo formato dal giusto mix di calciatori esperti e giovani promesse, classe 2000 e 2001”.

Ben chiaro l’obiettivo da inseguire per la corrente stagione: “Sicuramente vogliamo centrare la salvezza il prima possibile, e guardando alle prestazioni in queste prime uscite sono molto fiducioso anche perché nonostante tutto siamo riusciti a tenere testa a tutte le squadre incontrate fino ad oggi perdendo a causa di errori tecnici sui quali stiamo già lavorando per cercare di non ripeterli”.

Rossoneri, dunque, pronti alla rincorsa a partire dalla delicata sfida di domenica pomeriggio, contro il Santa Maria Assunta:  “Ci aspetta una partita difficile, conosciamo bene i mariani avendoli già affrontati in coppa. I ragazzi sono carichi e sono sicuro che domenica scenderanno in campo con la giusta concentrazione tentando di portare a casa la prima vittoria stagionale, sarò ripetitivo ma questo gruppo può solo crescere. Ci tengo, infine, a ringraziare la società, che nonostante le mille difficoltà riscontrate per creare un gruppo da zero sta cercando di portare avanti un progetto importante, il rammarico è che non possiamo ancora contare sul fattore campo. I lavori sono in corso d’opera, ed anche in questo senso la proprietà, in sinergia con le istituzioni, sta facendo l’impossibile. Tutti uniti per un unico obiettivo possiamo toglierci tante soddisfazioni”.

image_pdfimage_print

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

redazione@ilmonito.it

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: