Sensibilizzare l’opinione pubblica contro il racket: si parte da Napoli

Il commissario Cuttaia firma un’intesa per lanciare campagne di informazione e diffusione della legalità

Un protocollo che realizzi un programma di attività per la sensibilizzazione dell’opinione pubblica  e sulla progettazione di campagne informative per la prevenzione del racket e dell’usura e la diffusione della cultura della legalità. E’ in sintesi l’obiettivo del documento firmato dal commissario straordinario del governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura, Domenico Cuttaia, con il presidente del consorzio per l’area di sviluppo Industriale (ASI) della provincia di Napoli, Giuseppe Romano.

La firma dell’intesa è avvenuta al termine del convegno “La criminalità nascosta. Impresa e Stato contro l’usura e il racket” promosso d’intesa con Eurispes.

I dati sull’attività del comitato di solidarietà per le vittime dell’estorsione e dell’usura, mostrano, infatti, che la Campania è stata nel 2017 la regione che ha fatto registrare il maggior importo per mutui a favore di vittime di usura (3.678.669,43 euro, +480% rispetto al 2016), mentre è risultata la terza regione in Italia (dopo Sicilia e Calabria) per elargizioni alle vittime di estorsione: 1.714.848.78 euro (+425% rispetto al 2016).

image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *