Senato – Inaugura “Ventennale Donne nelle Forze Armate e Guardia di Finanza. Esperienze e Prospettive” Senatrice Faggi, Beneduce e Cortese

Roma, 26 Novembre-  Si è tenuta oggi presso la Sala Caduti di Nassiriya – Palazzo Madama, Senato della Repubblica la conferenza stampa di inaugurazione del “Ventennale Donne nelle Forze Armate e Guardia di Finanza. Esperienze e Prospettive” un’iniziativa promossa dall’Accademia Italiana delle Scienze di Polizia Investigativa e Scientifica (AISPIS) – Osservatorio Nazionale sui Diritti e la Salute dei Militari e delle Forze dell’Ordine rappresentate rispettivamente dalle Criminologhe Antonella Cortese e Francesca Beneduce (Valutatrice del personale P.A) in collaborazione con la Senatrice Antonella Faggi, Vice Capogruppo della Lega.

Francesca Beneduce

Una conferenza stampa particolarmente partecipata di appartenenti al mondo militare e civile, con la quale si è dato avvio alla presentazione delle attività che vedranno impegnata l’Accademia AISPIS- Osservatorio Nazionale per il prossimo 2020 dedicando le diverse attività al mondo femminile civile e militare. Dopo un’attenta disamina dei dati disponibili rispetto alla presenza delle donne in uniforme in relazioni agli altri Paesi stranieri, la Senatrice Antonella Faggi ha sottolineato quanto importante sia la presenza delle donne nelle Forze Armate.

L’esperta di politiche paritarie e di genere Francesca Beneduce, ha fatto un excursus storico sulle donne che hanno combattuto nella storia consegnando alle donne delle successive generazioni un testimone che va difeso e rinvigorito. Particolarmente suggestivo il racconto della figura di Francesca Scannagatti prima donna soldato a fine ‘700 sotto mentite spoglie, per volontà del padre in sostituzione di un fratello ammalato, celando la propria identità, insignita per meriti di campo del grado di tenente. Questo racconto ha fornito lo spunto per approfondire diverse tematiche, tra le quali, doveroso a ridosso della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, parlare di violenza psicologica e della mortificazione della dignità della donne nella sua vita di relazioni professionali e familiari. Partendo da spunti ed esempi storici si è attualizzata e contestualizzata la dimensione socio-culturale della donna in uniforme. La conferenza è stata lo spunto per lanciare l’iniziativa dell’istituzione di una figura di garanzia per i militari e le forze dell’ordine.

La criminologa Antonella Cortese sottolinea quanto sia “Importante la presenza delle donne anche nei reparti speciali, da quest’anno possiamo vantare la presenza femminile nei baschi verdi (Pronto Impiego Antiterrorismo della Guardia di Finanza) quindi necessario appare rafforzare le tematiche di genere in questo settore”.


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it