Scuola di Ceramica Vietrese, firmato il Protocollo di intesa. De Luca: sarà punto di riferimento a livello nazionale

Possono partire le attività della Scuola di Ceramica Vietrese. Questa mattina nella sala Francesco De Sanctis di Palazzo Santa Lucia, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il sindaco di Vietri sul Mare Francesco Benincasa e il Presidente dell’Ente Ceramica Vietrese Giovanni De Simone hanno infatti sottoscritto uno specifico Protocollo di Intesa per l’avvio del progetto. Presenti all’evento anche l’Assessore a Formazione e Pari Opportunità Chiara Marciani, il direttore dell’Accademia delle belle arti di Napoli Giuseppe Gaeta e il Presidente di CNA Salerno Lucio Ronca.

“Una bella giornata per la nostra regione – spiega il Presidente De Luca – Prosegue il nostro progetto di valorizzazione delle produzioni di eccellenza dell’artigianato campano.

Siamo partiti con gli artigiani di Caserta e con la valorizzazione delle sete di San Leucio che stanno ritornando sul mercato come uno dei prodotti più preziosi e apprezzati. Ora affrontiamo il capitolo ceramica che cercheremo di sviluppare in tutti i suoi aspetti”.

Il primo è ovviamente quello del lavoro. “Questo settore, come tanti altri dell’artigianato – aggiunge il governatore – fa fatica a trovare personale giovane qualificato. Ecco perché intendiamo avviare un grande programma di formazione professionale che significa non solo trasmissione di conoscenza ma anche trasmissione di memoria storica. A questi prodotti è legata l’anima stessa di nostri territori, a Vietri addirittura l’identità visiva della città. Ecco dunque la scuola di ceramica, che speriamo diventerà un’academy vera e propria. L’obiettivo è infatti quello di fare di Vietri sul mare il luogo di formazione per la produzione delle ceramiche in Italia”.

Un progetto di rilancio che tiene insieme più aspetti. Oltre a quello produttivo e occupazionale, sottolinea il presidente c’è anche “un elemento di sviluppo turistico importante”. Che può trovare un ulteriore punto di forza nell’Unesco. “Credo che ci siano tutte le condizioni – aggiunge De Luca – per ottenere un riconoscimento di questo tipo”.

Il tutto senza contare che oggi la Campania più avvalersi oggi di uno strumento in più. Si tratta dello showroom aperto a Milano insieme ad Unioncamere. “Quando abbiamo inaugurato la sede – dice ancora De Luca rivolgendosi al sindaco e agli altri relatori – abbiamo voluto lì alcuni elementi simbolici del grande artigianato campano: la seta di San Leucio, il corallo di Torre del Greco, la porcellana di Vietri e di Capodimonte. Voi potrete utilizzare quando vorrete questo luogo espositivo, soprattutto in prossimità dei grandi eventi fieristici di Milano, come la fiera del Mobile in programma tra un mese circa”.

Prima di De Luca era stata l’assessore Marciani a presentare il progetto. Obiettivo, aveva detto, è la “valorizzazione del territorio e la formazione di tanti giovani in un settore d’eccellenza del nostro territorio”. L’Accademia delle belle Arti, aveva detto il direttore Gaeta, “sente la responsabilità di portare avanti la cultura e la tradizione artistica della Campania e di mettere in piedi un modello di sviluppo virtuoso per il nostro territorio”.

Con la nascita della scuola della ceramica vietrese, aveva detto il presidente di Cna Salerno Ronca, “si apre un percorso che ha grandi prospettive perché Vietri rappresenta nel mondo tradizione e innovazione. Formeremo questi ragazzi per portare avanti il nome della Ceramica campana nel mondo”.

Sulla stessa linea l’intervento del presidente dell’Ente Ceramica Vietrese Giovanni De Simone: “Iniziamo a Vietri un percorso con 48 aziende che hanno la difficoltà di trovare personale preparato. Speriamo che con questa iniziativa tanti giovani possano riavvicinarsi al mondo della ceramica”.

L’accordo, aveva aggiunto il sindaco Benincasa “è una pietra miliare per Vietri e per uno dei settori trainanti della propria economia”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
ILMONITO
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Translate »