San Giuseppe Vesuviano – Giovane operaio di Somma Vesuviana muore mentre ripara un’ascensore

San Giuseppe Vesuviano – Morire sul posto di lavoro: è toccato a Vincenzo Stassi, di soli 25 anni residente a Somma Vesuviana.  Il giovane, operaio di una in una ditta che ripara ascensori, era stato chiamato per un lavoro, uno come i tanti che aveva assolto siano a ieri, quando è avvenuto l’imprevedibile. E’ morto schiacciato dal contrappeso dell’ascensore che si era apprestato a riparare. Una tragedia. Immediato l’intervento dell’ambulanza che ha soccorso Vincenzo, ma da subito i medici hanno constatato la gravità delle condizioni del ragazzo, tentando la corsa verso l’ospedale, dove il 25 enne è arrivato ormai esanime.  Ancora una morte sul posto di lavoro, e sulla quale è stata aperta un’inchiesta da parte della Procura. Sul posto sono sopraggiunti gli uomini dell’Arma, per accertamenti e rilievi del caso.  Al dolore della famiglia, c’è quello di chi lo conosceva e le parole del sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno: “Oggi la nostra città piange la morte prematura e ingiusta di Vincenzo Stassi. Stava lavorando in un condominio a San Giuseppe Vesuviano, per riparare un ascensore. Il contrappeso della cabina mobile lo ha schiacciato ed inutili sono stati i soccorsi. Non si dovrebbe mai morire per portare a casa il pane necessario a mantenere i propri cari. Tutta la comunità di Somma è vicina alla famiglia di Vincenzo e preghiamo per lui, che possa riposare in pace”.

image_pdfimage_print
Maria Beneduce

Maria Beneduce

Maria Beneduce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *