San Giorgio a Cremano: Si è insediato il nuovo Consiglio dei Bambini Zinno: ” Condividiamo impegno e partecipazione”

San Giorgio a Cremano, 31 Gennaio 2018 – Si è insediato questa mattina il neo Consiglio dei Bambini e delle Bambine, espressione del Laboratorio regionale Città dei Bambini e delle Bambine di San Giorgio a Cremano.  Alle ore 10.30, i 20 piccoli alunni delle scuole cittadine hanno ottenuto dal sindaco Giorgio Zinno e dal Presidente del Consiglio Giuseppe Giordano l’investitura ufficiale,alla presenza della Presidente del Comitato Regionale della Campania per l’UNICEF Margherita Dini Ciacci.

La cerimonia si è svolta nell’aula consiliare del Municipio in piazza Vittorio Emanuele II, dove i precedenti  componenti del consiglio hanno passato il testimone agli attuali, dopo due anni di intensa attività.

Ai nuovi piccoli consiglieri sono arrivati gli auguri del primo cittadino e degli stessi dirigenti scolastici, che hanno testimoniato l’importanza delle attività del Laboratorio Città dei Bambini e delle Bambine, in virtù della sinergia che le scuole cittadine mettono in campo  con l’amministrazione a favore di una città sempre più a misura di bambino.

Per il prossimo biennio, il consiglio avrà l’opportunità di interagire con le cariche istituzionali per rappresentare le esigenze dei più piccoli e presentare le proprie richieste rispetto alle politiche per la città. i bambini potranno chiedere di essere ascoltati  dal sindaco, dagli assessori e dai dirigenti comunali. Si riuniranno, a partire già da sabato 3 febbraio, ogni 15 giorni, presso Villa Falanga, sede del Laboratorio e stabiliranno poi gli incontri periodici con gli amministratori.

Dopo la consegna di una lettera che il primo cittadino ha scritto ai nuovi arrivati, con gli auguri e le speranze che la Città ripone in loro, i neo consiglieri hanno visitato la stanza del sindaco, ponendo già alcune domande, frutto di curiosità ed interesse.

“Grazie al lavoro del Laboratorio Città dei Bambini e delle Bambine e alla passione dei docenti – ha detto il SindacoGiorgio Zinno durante la cerimonia –  i piccoli di San Giorgio a Cremano vengono stimolati ad un impegno civile e alla partecipazione attiva alla cosa pubblica. Impegno che culmina nella possibilità di far parte di un vero Consiglio dei Bambini e di confrontarsi con gli adulti per migliorare la propria città. Su di loro dobbiamo puntare per abbassare lo sguardo e provare a vedere sempre più i nostri territori attraverso gli occhi dei più piccoli”.    

“Il legame con la Città si crea attraverso la partecipazione – ha detto Angela Viola, e questa è un’opportunità concreta che neanche noi adulti dobbiamo lascarci sfuggire, perchè spesso è dai più piccoli che arrivano idee inaspettate che possono anche cambiare il volto di una città“.

D’accordo Margherita Dini Ciacci“La Città di San Giorgio a Cremano è un modello per tantissimi comuni rispetto alle politiche per i bambini. Con un sindaco illuminato come Zinno – ha concluso – l’Unicef ha trovato il giusto luogo dove far maturare la coscienza dei più piccoli ma anche quella degli adulti perchè qui, in questa città, grandi e piccoli collaborano senza distinzioni e pregiudizi”.    

ll progetto, attivo in città dal 2005, è realizzato dal Laboratorio dei Bambini di San Giorgio a Cremano, sede Ambasciata Unicef. Il Consiglio delle bambine e dei bambini rappresenta lo strumento corretto delle città per rispondere al diritto dei bambini riconosciuto dall’articolo 12 della Convenzione ONU del 1989 sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: “Gli Stati parti garantiscono al fanciullo capace di discernimento il diritto di esprimere liberamente la sua opinione su ogni questione che lo interessa, le opinioni del fanciullo essendo debitamente prese in considerazione tenendo conto della sua età e del suo grado di maturità”.

image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *