San Giorgio a Cremano. Settimana della memoria Presso l’ I.C. Stanziale posa delle pietre dedicate a 4 cittadini, vittime del nazismo

A seguire video collegamento con Liliana Segre, dal Teatro degli Arcimboldi di Milano.

 

San Giorgio a Cremano, 18 gennaio 2020 – Settimana della memoria. Lunedì 20 gennaio alle ore 9.30, l’I.C. IV Stanziale,dà inizio alla settimana della memoria, con la posa di 4″stolpersteine” (pietre di inciampo) in onore e in memoria di altrettanti cittadini, vittime delle persecuzioni razziali e della furia nazista. La cerimonia si svolgerà presso la scuola secondaria, in via Cappiello, alla presenza del Sindaco Giorgio Zinno, del vicesindaco Michele Carbone, dell’assessore Cultura Pietro De Martino e degli alunni della scuola dell’infanzia e delle scuole primaria di primo e secondo grado.

Le pietre, in particolare sono dedicate a: Mario Recanati ed alla famiglia Cappiello.

Francesco Cappiello, marinaio , 28 anni, di stanza a Livorno, tentò con scarsa fortuna di portare la sua famiglia, la moglie di 22 anni e Maria Grazia loro figlioletta di 1 anno, al riparo dalla guerra a Sant’Anna di Stazzema, luogo in cui furono trucidati dai nazisti, nella strage del 1944.

Mario Recanati invece, imprenditore ebreo che fu perseguitato dalle leggi razziali, costruì un intero quartiere a San Giorgio a Cremano. A lui e Francesco Cappiello la città ha intitolato due strade.

Subito dopo la posa delle pietre, lo storico Giuseppe Improta spiegherà agli studenti l’orrore del nazismo, a cui seguirà un collegamento-video con la senatrice a vita e testimone di memoria, Liliana Segre, dal teatro Arcimboldi di Milano.

“La Giornata della memoria esiste per ricordare l’orrore nazifascista ma anche per offrire alle generazioni future gli anticorpi contro gli abomini del passato – commenta il sindaco Giorgio Zinno. In un mondo in cui la massificazione rischia di farci dimenticare il valore della conoscenza e della storia, la memoria diventa uno strumento fondamentale per salvarci dagli errori del passato. Dedicare le pietre di inciampo a cittadini sangiorgesi a cui la città ha già intitolato due strade, significa estendere ai bambini la conoscenza della storia, per offrire uno sguardo diverso sul mondo di oggi. Ringrazio la dirigente scolastica Patrizia Ferrione, sensibile a questo tema e sempre attiva nelle iniziative che coinvolgono i più piccoli ma anche l’intera città”.

“Come Dirigente dell’I.C. IV Stanziale sono orgogliosa di realizzare la prima posa delle stolpersteine nella città di San Giorgio a Cremano e che si inauguri nella nostra scuola questo percorso di memoria – continua la Dirigente Scolastica Patrizia Ferrione”. Sono fermamente convinta che la scuola sia un luogo fortemente irrelato ed integrato nel territorio. A scuola si apprende, si rielabora e si
restituisce”.

Gli eventi del 20 gennaio apriranno la settimana della Memoria dal 20 al 27 gennaio, organizzata dall’IC IV Stanziale e che prevede la realizzazione di

  • Percorso iconografico con manufatti, padlet, lapbook, mostra fotografica su Auschwitz;
  • Accensione delle 90 candeline per festeggiare il compleanno di Anna Frank;
  • Conferenza/dibattito a cui parteciperanno Roberto Modiano della Comunità Ebraica di Napoli e Aniello Borrelli, testimone della Strage nazista di Ponticelli del 1943.

SOSTIENI ILMONITO.IT

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it