San Giorgio a Cremano: Maxi blitz dei Carabinieri, 34 ordinanze di custodia cautelare

Zinno: ” Operazione fondamentale nella demolizione delle cosche emergenti”

San Giorgio a Cremano, 22 gennaio 2020 – In relazione al maxi blitz compiuto  dai Carabinieri del Comando Gruppo di Torre Annunziata,  diretti dal Ten. Col. Francesco Novi, che ha portato a 34 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone ritenute legate al clan Luongo – D’Amico, considerato articolazione del clan Mazzarella, così il sindaco Giorgio Zinno: “Questi criminali stavano cercando di alzare il tiro nel Vesuviano, anche sul nostro territorio, ma lo Stato é presente e questo blitz rappresenta un’operazione fondamentale nella demolizione delle cosche emergenti. Non si può dire con certezza, ma probabilmente anche gli ultimi eventi criminali avvenuti sul territorio, potrebbero provenire da quelle mani. Per tale motivo non posso che ringraziare i militari della Caserma dei Carabinieri di San Giorgio a Cremano e il già comandante della stazione, Sottoten. Gerardo Avolio che hanno portato avanti dal 2016 l’indagine che sembra partita anche da coraggiosi concittadini che hanno denunciato tentati soprusi. Appena qualche giorno fa, salutando il comandante Avolio, avevamo commentato la necessità di interventi mirati contro coloro che costituiscono un pericolo per la società. Grazie al duro lavoro dei Carabinieri e della magistratura ora San Giorgio è più sicura”.

ILMONITO non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie tra i soci dell’Associazione MADEFARES.  Se vuoi aiutare l’associazione a sostenersi puoi fare una donazione.

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, ILMONITO correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online ed ILMONITO ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it