San Giorgio a Cremano. “Futuro Remoto”. Il Laboratorio Città dei Bambini e delle Bambine spiega la scienza agli adulti

San Giorgio a Cremano, 5 novembre 2018 –  San Giorgio a Cremano protagonista di Futuro Remoto, la più grande kermesse sulla ricerca scientifica e la cultura che si svolge a Napoli, presso Città della Scienza dall’8 all’11 novembre, coinvolgendo risorse ed esperienze provenienti da tutta l’Italia.

Per l’edizione 2018, dal titolo Ri-generazioni, gli istituti comprensivi della città attraverso il Laboratorio Regionale Città dei Bambini e delle Bambine, avranno una loro postazione all’interno della quale  si terranno attività, laboratori ed esposizioni inerenti all’innovazione, scientifica, tecnologica e sociale.

Da giovedì 8 a sabato 11 novembre, saranno coinvolti gli alunni degli istituti comprensivi Troisi e Massaia, le classi primarie di secondo grado della scuola Marconi e gli studenti dell’istituto d’istruzione superiore Rocco Scotellaro.

Otto i laboratori che li vedranno attori di eventi che riguardano le applicazioni scientifiche nell’ambiente, nell’alimentazione e perfino nell’agricoltura.

Tra i laboratori vi sono:

– “RI-GENERAZIONE”, a cura dell’istituto Massaia. Si approfondirà il pianeta cibo, attraverso l’analisi dei comportamenti usuali ma “sconnessi” delle generazioni 4.0. Epilogo del percorso sulla nutrizione realizzato lo scorso anno nelle scuole, ad opera della Città dei Bambini e delle Bambine.

– “SPERIMENTIAMO INSIEME”,a cura delle scuole Troisi e Marconi. Attraverso esperimenti di chimica dal forte impatto visivo, sarà trattato il tema dell’Ambiente alal presenza di piccoli scienziati in erba.

– “LA CASA ECOLOGICA”, a cura dell’istituto Scotellaro. Gli ospiti impareranno ad ottimizzare le risorse energetiche, soprattutto quelle negli appartamenti. Sarà diffusa una guida divulgativa per conoscere le soluzioni più idonee per alimentare la propria casa e le energie rinnovabili.

– “GIOCHIAMO E SPERIMENTIAMO CON L’ACQUA” , a cura dell’Istituto Comprensivo Troisi in cui si approfondirà il tema della risorsa acqua come bene primario e da custodire, con esibizioni di fenomeni chimici e fisici.

– “IL CICLO DELL’ACQUA”, a cura dell’associazione Creanatura. Educazione sugli equilibri che regolano l’esistenza dell’acqua sulla Terra con proiezioni ed esperienze dirette.

– “CONTANDINI PER UN GIORNO”, a cura di Agripark. Un laboratorio-gioco su agricoltura e mondo rurale.

– “IL GIOCO E’ CHIAVE DI RIGENERAZIONE DEL TEMPO”, a cura del Laboratorio Regionale Città dei Bambini e delle Bambine. Illustrazioni e interazioni sul tema della prossima ed. del Giorno del Gioco, Il tempo e bandi di concorso per le scuole.

–  “DALI’ PAINTING PLAYTIME”, a cura di Pasquale Conte. Un’epsrienza virtuale che condurrà piccoli e grandi nella sfera degli orologi liquesfatti di Salvator Dalì, esposti al MoMa di New York.

“La partecipazione attiva delle scuole della nostra città a Futuro Remoto – spiega il sindaco Giorgio Zinno  è una delle tante tappe del percorso virtuoso che da anni il Laboratorio Regionale Città dei Bambini e delle Bambine sta conducendo con i nostri alunni più piccoli e con gli adolescenti. Grazie al lavoro che stiamo svolgendo abbiamo acquisito infatti sempre più partners e allo stesso tempo sempre maggiore credibilità tra gli enti italiani e stranieri, ottenendo la partecipazione ad eventi importanti come questo e la collaborazione con Città della Scienza, con cui dallo scorso anno condividiamo progetti e attività comuni”.

“Con le scuole abbiamo una sinergia produttiva ed educativa – conclude il vicesindaco e assessore all’Istruzione Michele Carbone – e continueremo su questo fronte ai fini di valorizzare sempre di più le nostre eccellenze.”

 


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.redazione@ilmonito.it