Salvini: Voglio che ogni toga sia “imparziale”

“Non faccio liste” di proscrizione dei giudici: “prendo atto del fatto che, su migliaia di giudici che fanno onestamente il loro lavoro, qualcuno invece fa politica, scrive libri va a convegni a favore delle porte aperte per l’immigrazione. E’ normale che un giudice va ad un convegno che è uno spot per l’immigrazione di massa e poi giudica la politica del ministero dell’Interno?”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini al programma Mattino 5 su Canale 5.

Tornando sulle polemiche di ieri dopo gli attacchi ai magistrati di Firenze e Bologna. “Se 99 giudici applicano la legge in una maniera e ce n’è uno che fa il bastian contrario e la applica in maniera opposta… Va bene la libertà di pensiero, ma la legge è legge: voglio poter spedire a casa loro spacciatori, scippatori e delinquenti”. Il ministro dell’Interno ha detto di volere che ogni toga sia “imparziale, al di sopra di ogni schieramento politico. Se vuoi fare politica smetti di fare il giudice e ti candidi con la sinistra”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.redazione@ilmonito.it