Salerno. Dalla scuola al cinema: il potere della parola nella prevenzione della violenza di genere

Martedì 10 luglio presentazione congiunta di due progetti volti ad abbattere il muro del silenzio: “Lo scrigno di Alice” e “Credo in un solo Padre”

Due progetti, un’unica buona causa: abbattere il muro del silenzio sulla violenza di genere. “Dalla scuola al cinema, il potere della parola nella prevenzione della violenza di genere” è il ‘manifesto’ con cui si uniranno martedì mattina due importanti iniziative che vedono il territorio salernitano protagonista nella prevenzione e nella lotta al fenomeno: “Lo scrigno di Alice”, progetto pilota realizzato dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Salerno, in collaborazione con gli istituti scolastici IC “Alfano – Quasimodo” e ITIS “Basilio Focaccia”, con il contributo delle associazioni ASPIC Salerno, A Voce Alta Salerno e Violenze Sommerse, e “Credo in un Solo Padre”, opera cinematografica prodotta da Gianni Pagliazzi e Around Culture e diretta da Luca Guardabascio, ispirata a troppe storie vere di abusi e violenze sulle donne e volta a sfidare l’omertà sul tema.

La conferenza stampa, promossa sotto l’egida dell’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Salerno, si svolgerà martedì mattina, alle ore 11, presso il Salone dei Marmi di Palazzo di Città.
Insieme al Sindaco Vincenzo Napoli e all’assessore al ramo Gaetana Falcone, interverranno i rappresentanti delle Associazioni coinvolte ne “Lo Scrigno di Alice” – Daniela Marinelli dell’ASPIC Salerno, Fabio Martino della onlus A Voce Alta, Luigi Frezza dell’Associazione Violenze Sommerse, Federica Di Martino di Human Gender e alcuni dei volontari che hanno contribuito, tra cui Ida Amoruso– per illustrare i primi risultati del progetto pilota.

Con loro, il produttore Gianni Pagliazzi e lo sceneggiatore Michele Ferruccio Tuozzo – che ha scritto l’opera con il regista Luca Guardabascio – insieme ad una rappresentativa del cast, presenteranno il film “Credo in un Solo Padre”, girato principalmente in provincia di Salerno e in quella di Arezzo (in particolare presso i comuni di Buccino, Pontecagnano, Eboli, Arezzo, Castiglion Fiorentino), rivelando come hanno deciso di raccontare un tema così delicato e troppo spesso tabù, coinvolgendo sul set anche persone vittime di abusi, le scelte artistiche e il valore sociale dell’opera, le cui riprese sono da poco terminate e la cui uscita è prevista nel prossimo inverno. La conferenza sarà anche l’occasione per mostrare in anteprima una clip del film e una della musiche firmate da Francesco Baccini.

Saranno inoltre presenti il Sindaco Nicola Parisi e il Vicesindaco Maria Trimarco del Comune di Buccino e i due sponsor del film Domenico Elia e Pietro Deo. Modera la presentazione Emilia Natale, membro direttivo del Movimento Forense sezione di Salerno.

image_pdfimage_print

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

redazione@ilmonito.it

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.