Punto a Salerno sul ciclo dei rifiuti a Battipaglia

Prefettura, provincia, regione e associazioni di categoria insieme per un’equa distribuzione dei siti sul territorio

Riunione oggi a Salerno, in prefettura, per fare il punto sul monitoraggio delle aziende del ciclo dei rifiuti presenti a Battipaglia, teatro, recentemente, di roghi nell’area industriale.

Al tavolo di lavoro attivato dal prefetto Francesco Russo proprio a seguito degli incendi, associazioni di categoria e sindacali del territorio comunale e della provincia, il sindaco di battipaglia Cecilia Francese, il presidente della provincia Michele Strianese, il direttore generale Lavori pubblici e Protezione civile della regione Campania Italo Giulivoi si sono confrontati con i vertici territoriali delle Forze dell’ordine e dei Vigili del fuoco e con dirigenti dell’azienda sanitaria locale (Asl) e dell’Agenzia regionale protezione ambientale Campania (Arpac) sui risultati delle ricognizioni avviate nei giorni scorsi.

Sono complessivamente circa 90, ha riferito l’assessore, le autorizzazioni rilasciate da regione e provincia ale aziende del ciclo rifiuti nel territorio, 20 solo in quello di Battipaglia. Regione e provincia, si sono impegnate a non rilasciare altre autorizzazioni nell’area del comune e per una distribuzione dei siti di trattamento nell’intera provincia che tenga conto di densità demografica e volume di rifiuti trattati.

Una necessità sentita e fatta presente dalle associazioni di categoria, che hanno chiesto di tener conto nei piani urbanistici anche della vocazione economica dei territori.

Procedono intanto a ritmo serrato i controlli da parte delle Forze dell’ordine e dei Vigili del fuoco disposti dal prefetto nell’ambito del comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica. Polizia e Carabinieri invitano inoltre le associazioni a collaborare anche riportando segnalazioni che i cittadini a volte fanno più al privato sociale che alle Forze dell’ordine.

Il prefetto ha ribadito la linea d’azione che è quella del lavoro di squadra, in linea anche con le indicazioni date nell’ultima riunione del comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica dal responsabile della cabina di regia nazionale presso la Presidenza del Consiglio dei ministri per l’emergenza sulla “Terra dei Fuochi”.


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.redazione@ilmonito.it