Pokerissimo del Napoli al San Paolo contro l’Empoli

Napoli Empoli 5-1: Tripletta di Mertens, in rete anche Insigne e Milik

Il Napoli contro l’Empoli fa valere il maggior tasso qualitativo e la freddezza sotto porta. All’Empoli il merito di averla giocata come sempre, di averci provato e di aver provato anche a riaprila con il solito Caputo.
Il Napoli ci mette appena 9′ a segnare: palla persa da Krunic, Koulibaly recupera e riparte a grandi falcate servendo Insigne in area di rigore. Lo ‘scugnizzo’ si gira in un istante e fredda Provedel con un bel destro a giro. L’Empoli si rifà sotto e sfiora anche il gol in un paio di situazioni con Antonelli, fermato anche dal fuorigioco. Il Napoli invece concretizza nel finale di tempo, quando Di Lorenzo perde un altro brutto pallone e lo regala a Mertens. Il belga da fuori sorprende Provedel e lo batte con un tiro a giro che si insacca in porta al 37esimo. Nella ripresa l’Empoli parte malissimo, subendo subito un paio di pericolose iniziative dei partenopei. E’ però Caputo a trovare il gol, al 57esimo: Krunic serve una palla perfetta che mette il centravanti solo davanti alla porta. Caputo, solo davanti a Karnezis, non sbaglia e insacca la quinta rete stagionale. Ancelotti non ci sta e cambia completamente volto ai suoi. Dentro Allan e Callejon e il Napoli cambia nuovamente faccia. Nel finale dentro anche Milik e nel recupero arriva la disfatta. Al 90esimo è il polacco a segnare tutto solo in area di rigore, mentre a tempo scaduto è Mertens a trovare il quinto gol saltando Provedel e insaccando a porta vuota. Notte fonda per l’Empoli per il risultato finale, pesantissimo, di 5-1.

“Il risultato dice che abbiamo fatto una grande partita, ma obiettivamente l’Empoli ha giocato meglio di noi”. Carlo Ancelotti ha commentato così il 5-1 del Napoli contro l’Empoli: “Il risultato ci premia oltremodo, fino al quarto gol abbiamo avuto molte difficoltà e loro hanno fatto meglio”. “Siamo stati molto efficaci davanti e Mertens è in un grande momento, così è saltato fuori questo risultato. Adesso il Psg, ci servirà un’impresa. “La verità è che ho fatto i complimenti ad Andreazzoli”.

Il Napoli è imbattuto in casa da 12 gare ufficiali, con 9 successi e 2 pareggi in bilancio. L’ultima squadra a violare il San Paolo è stata la Roma, vittoriosa 4-2 lo scorso 3 marzo in serie A. Gli azzurri, in casa, segnano da 20 partite consecutive a Fuorigrotta, per un totale di 40 gol realizzati (2 esatti di media a partita), con ultimo stop il 10 dicembre 2017, nello 0-0 contro la Fiorentina, in serie A.

IL TABELLINO
NAPOLI: Karnezis – Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Malcuit – Rog (63′ Allan), Diawara, Zielinski (83′ Milik) – Ruiz (63′ Callejon), Mertens, Insigne. All. Ancelotti
EMPOLI: Provedel – Di Lorenzo, Silvestre, Maietta, Antonelli – Acquah (66′ Zajc), Bennacer, Traorè – Krunic (68′ Pasqual), Ucan (80′ La Gumina) – Caputo. All. Andreazzoli.
ARBITRO: Pairetto di Nichelino
RETI: 9′ Insigne; 38′, 64′ e 93′ Mertens; 58′ Caputo; 89′ Milik.
NOTE: Angoli 7 a 0 Empoli. Ammoniti: Di Lorenzo, Bennacer. Recupero 0′ e 3′.

image_pdfimage_print
Antonio De Falco

Laureato in Ingegneria Gestionale. Scrivo perché il mondo non è ancora compiuto e le storie non sono state raccontate tutte: l’abilità di scrivere è nell’immaginare che i fatti continuano ad accadere e che esistono ancora infinite storie.

Antonio De Falco

Antonio De Falco

Laureato in Ingegneria Gestionale. Scrivo perché il mondo non è ancora compiuto e le storie non sono state raccontate tutte: l'abilità di scrivere è nell'immaginare che i fatti continuano ad accadere e che esistono ancora infinite storie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: