Party 6.0, grande festa della musica per il re dei concerti Lello Orecchio

Napoli, 8 luglio – Sessanta candeline per il re indiscusso dei concerti ‘live’. Lello Orecchio responsabile di produzione de ‘L’Azzurra Spettacoli’ di Gianni Brignola, taglia il traguardo 6.0 con un party esclusivo festeggiato in riva al mare tra amici di sempre, artisti e naturalmente tanta musica.

Una fulgida carriera iniziata circa quarant’anni fa a Napoli, lo ha visto conquistare la fiducia dell’amico d’infanzia Nino D’Angelo, fino a diventarne manager personale per quasi trentacinque anni. Da qui l’ascesa professionale che oggi lo vede partner di Veragency, leader dei concerti dei più grandi nomi del panorama musicale italiano tra cui Lorenzo Jovanotti, che a breve vedremo impegnato sulle spiagge partenopee col suo villaggio musicale.

Lello Orecchio è responsabile dell’organizzazione fattiva dei concerti teatrali, di stadio e piazze. Col suo savoir faire diventa guida importante per tanti cantautori, musicisti ed anchormen dello spettacolo, che hanno scelto di omaggiarlo nella notte del suo compleanno, con auguri singolari.

Una festa in musica atta a ricreare l’atmosfera di piazza che vede riunita intorno alle note tanta bella gente, ha goduto dell’ avvicendarsi sul palco di Sal Da Vinci, Ivan Granatino, Nico & i suoi desideri, Mr. Hyde, Franco Ricciardi, che hanno suonato fino a notte fonda improvvisando note da far invidia perfino alle stelle pronte a danzare in cielo. Il trpudio musicale ha visto gli artisti accompagnarsi vicendevolmente in cavalli di battaglia personali e grandi brani della canzone italiana che ha fatto storia.

Il coordinamento dei festeggiamenti gestito da una dinamica Alessandra Ammirati, non ha lasciato nulla al caso. Lo spazio comico-musicale riservato all’artista Mimmo Foresta, nota spalla del Fiorello nazionale, ha dato la giusta verve all’evento. Audio e luci a cura della Mimmo Eventi hanno reso sensazionale un’atmosfera pensata per recare gioia.

La voce frizzante di Marco Sentieri sostenuta al basso da Paolo Pollastro, alla batteria Alessandro Pilla, alla chitarra Nicola Pilla, è stata il filo conduttore di una serata a suon di note che unite al rumore del mare, ha diffuso ovunque armonia.

Lello Orecchio ancora una volta dimostra di credere nei giovani talenti campani, tanto da dargli lustro in pubblico, perché tutti imparino a cercare il bello dell’arte che spesso rischia di restare nascosto. E’ questo il segreto del professionista che piace ai cantanti perché infonde loro sicurezza e affidabilità, credendo nel potere eterno delle sette note, elemento emozionale per eccellenza.

Perfino il piccolo Pietro Russo di Pequenos Gigantes, di soli nove anni, ha voluto cantare per Mr. Orecchio, dedicandogli due suoi inediti. Il bambino che a soli 6 anni ha stregato Belen Rodriguez in tv con la sua esibizione della canzone ‘cult’ de Il Volo (suoi beniamini), ha scelto di donare la propria passione ad un amico più grande di cinquant’anni, innamorato come lui della musica.

Un favoloso spettacolo pirotecnico ha illuminato la notte dei festeggiamenti. Secondo tradizione della famiglia Orecchio, si ricorda l’arte del fabbricare fuochi pirotecnici a Napoli, ideata dal fratello della nonna materna Assunta, Bartolomeo Sparapezz’, citato dal grande Eduardo De Filippo in una sua commedia.

Lello Orecchio, ‘Presidente di una banda di in-coscienti dediti alla musica’, come lo ha ribattezzato l’artista Franco Ricciardi, saluta i suoi 60 anni con questo monito: “Vi auguro di essere gente felice, pronta a festeggiare con me i prossimi 20+20+20+20 naturalmente facendo il pieno di note”.


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
Pina Stendardo

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.