VIDEO | ‘Parole, finestre o muri’, inclusione e disabilità nello spettacolo di fine anno della Cooperativa Esculapio

Afragola, 13 lug. – Danza, musica e letture per incentivare l’inclusione  socio-culturale nel tessuto cittadino afragolese. La Cooperativa Esculapio spalanca le finestre del mondo dei disabili per abbattere i muri del pregiudizio collettivo alzati su di essi.

Lo spettacolo di fine anno ‘Parole, finestre o muri’ racconta  problemi, difficoltà e discriminazioni che investono i ragazzi portatori di un handicap. “Siamo uguali e importanti anche noi”, ribadiscono tutti in coro, guidati dagli operatori del centro diretto dalla Dott.ssa Gioia Cristofaro.

Tra musica e prosa si esalta il potere delle parole, le stesse che usate impropriamente, possono ferire chi le subisce creando etichette, frustrazioni o muri.

Il sindaco Claudio Grillo, accompagnato dai consiglieri  Aniello Baia e Raffaele Fusco, ribadisce: “Provo tanta emozione nel constatare come vengono amati ed assistiti nelle loro attività i ragazzi del centro. Stamattina non potevo farvi mancare la mia vicinanza; qui meritate attenzione perchè si fa veramente il sociale con disabili, anziani, con le persone che hanno bisogno anzitutto di una parola di conforto. Siamo qui per questo, per starvi vicino”.

image_pdfimage_print
Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

Pina Stendardo

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.