Ministero Interni: Attribuite le deleghe ai sottosegretari di Stato

Con un decreto firmato dal ministro dell’Interno Matteo Salvini

Con il decreto 5 luglio 2018 sono state attribuite ai sottosegretari le deleghe a rappresentare il ministro dell’Interno.

I sottosegretari di Stato sono stati nominati con decreto del Presidente della Repubblica del 13 giugno 2018 (GU Serie Generale n.135 del 13.06.2018).


Carlo Sibilia

Carlo Sibilia

Nato ad Avellino il 7 febbraio 1986, laureato in biotecnologie. Professione: impiegato.

Il 13 giugno 2018 è stato nominato sottosegretario all’Interno, con decreto del Presidente della Repubblica.

Il ministro dell’Interno ha attribuito al sottosegretario le deleghe di competenza con D.M. 5 luglio 2018, art. 5.

Per le materie di competenza del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali relative alla Direzione Centrale per gli uffici territoriali del Governo e per le autonomie locali e per le materie di competenza del Dipartimento per le Politiche del Personale dell’Amministrazione Civile e per le Risorse Strumentali e Finanziarie.

È delegato tra l’altro alla firma dei seguenti provvedimenti:

  • decreti di autorizzazione delle consultazioni per scopi storici di documenti a carattere riservato (art. 123, decreto legislativo n. 42/2004);
  • decreti d’intesa con il Ministero per i beni e le attività culturali di declaratoria di riservatezza di atti (art. 125, decreto legislativo, n. 42/2004).

Scheda di attività alla Camera dei Deputati


Nicola Molteni

Nicola Molteni

Nato a Cantù (Co) il 6 marzo 1976, laureato in giurisprudenza. Professione: avvocato.

Il 13 giugno 2018 è stato nominato sottosegretario all’Interno, con decreto del Presidente della Repubblica.

Il ministro dell’Interno ha attribuito al sottosegretario le deleghe di competenza con D.M. 5 luglio 2018, art. 4.

Per le materie di competenza del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e per le materie di competenza del Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione con esclusione di quelle relative alla Direzione Centrale per l’amministrazione del Fondo edifici di culto.

È designato quale vicepresidente del Comitato Nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

È delegato tra l’altro alla firma dei seguenti provvedimenti:

  • attribuzione delle qualifiche di agente di pubblica sicurezza (art. 43, regio decreto n. 690/1907);
  • decisione sui ricorsi gerarchici avverso provvedimenti prefettizi in materia di pubblica sicurezza (art. 6, T.U.L.P.S. approvato con regio decreto n. 773/1931);
  • costituzione del Consiglio superiore di disciplina (art. 16, decreto del Presidente della Repubblica n. 737/1981);
  • decreti di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di decisione sui ricorsi avverso i provvedimenti di diniego delle patenti di guida (art. 120, decreto legislativo 285/1992);
  • riammissione degli stranieri (art. 13, comma 13, decreto legislativo n. 286/1998).
  • Attribuzione e diniego della cittadinanza italiana iure matrimonii per ragioni inerenti alla sicurezza della Repubblica ai sensi dell’art. 6, comma 1, letto c), della legge 5 febbraio 1992, n. 91 e di accoglimento dell’istanza, ove il Consiglio di Stato ritenga che le suddette ragioni non sussistano;
  • Attribuzione e diniego della cittadinanza italiana ai sensi dell’art. 5 del D.P.R. n. 572/1993;
  • approvazione delle nomine dei ministri di culto diversi dal cattolico (artt. 20 e 21, regio decreto n. 289/1930);
  • indicazione dei ministri di culto abilitati all’assistenza religiosa a detenuti ed internati (art. 58, decreto del Presidente della Repubblica n. 230/2000).

Scheda di attività alla Camera dei Deputati


Luigi Gaetti

Luigi Gaetti

Nato l’11 agosto 1959 a Mantova e residente a Curtatone (Mn). Professione: medico. Già senatore nella XVII legislatura.

Il 13 giugno 2018 è stato nominato sottosegretario all’Interno, con decreto del Presidente della Repubblica.

Il ministro dell’Interno ha attribuito al sottosegretario le deleghe di competenza con D.M. 5 luglio 2018, art. 3.

Per le materie di competenza dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione  dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, per le materie di competenza del Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, per le materie di competenza del Comitato di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso e dei reati intenzionali violenti, nonché per le materie di competenza del Commissario straordinario per le persone scomparse.

È attribuito l’incarico di Presidente della Commissione Centrale per la definizione e applicazione delle speciali misure di protezione, prevista dall’art. 10 del decreto legge 15 gennaio 1991, n. 8 convertito, con modificazioni, con legge 15 marzo 1991, n. 82.


Stefano Candiani

Stefano Candiani

Nato l’11 dicembre 1971 a Busto Arsizio (Va) e residente a Tradate (Va). Professione: imprenditore.

Il 13 giugno 2018 è stato nominato sottosegretario all’Interno, con decreto del Presidente della Repubblica.

Il ministro dell’Interno ha attribuito al sottosegretario le deleghe di competenza con D.M. 5 luglio 2018, art. 2.

Per le materie di competenza del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa Civile, per le materie di competenza del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali con esclusione di quelle relative alla Direzione Centrale per gli uffici territoriali del Governo e per le autonomie locali e per le materie di competenza del Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione relative alla Direzione Centrale per l’amministrazione del Fondo edifici di culto.

È delegato tra l’altro per la firma dei seguenti provvedimenti:

  • nomina dei rappresentanti del personale nonché dei Direttori regionali o interregionali dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile nel Consiglio di amministrazione dell’Opera nazionale di assistenza del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco (art. 6, decreto del Presidente della Repubblica n.630/1959, e successive modifiche);
  • provvedimenti relativi ai servizi antincendi presso gli aeroporti non compresi nella tabella A allegata alla legge n.930/1980 (art.3, comma l, legge n.930/1980);
  • istituzione di comitati tecnici regionali o interregionali per la prevenzione incendi (art. 20, decreto del presidente della Repubblica n.577/1982 e art. 22, decreto legislativo n. 139/2006);
  • provvedimenti di costituzione di comitati tecnici regionali o interregionali “integrati” per lo svolgimento delle istruttorie concernenti stabilimenti a rischio di incidente rilevante (art.19 decreto legislativo n.334/1999 e art.22 decreto legislativo n. l 39/2006);
  • sottoscrizione degli accordi nazionali, nonché degli accordi integrativi nazionali relativi al personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, conclusivi dei procedimenti negoziali di cui al decreto legislativo n. 217/2005.

Scheda di attività al Senato della Repubblica

image_pdfimage_print

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

redazione@ilmonito.it

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: