Migranti, la Eleonore forza il divieto di ingresso in Italia: Gdf sequestra l’imbarcazione

La Guardia di Finanza ha disposto il sequestro della nave Eleonore, appartenente alla Ong tedesca Lifeline, con oltre 100 migranti soccorsi a bordo, respinta nei giorni scorsi sia dall’Italia che da Malta. Di conseguenza, poi ci sarà lo sbarco.

Il capitano Claus Peter Reisch, infatti, aveva decretato lo stato di emergenza entrando in acque italiane e dirigendosi verso il porto di Pozzallo, in Sicilia: “La situazione pericolosa per la vita delle persone a bordo mi costringe a dirigere verso il porto più vicino“, ha detto.

Come si apprende dall’Opinione della Sicilia, infatti, a causa del sovraffollamento della nave, diversi dei migranti soccorsi non possono ripararsi sotto i teloni rimanendo così esposti in queste ore al forte temporale.

Matteo Salvini, ministro dell’Interno, ha dichiarato: “Leggi e confini vanno rispettati. Se qualcuno pensa di fregarsene senza conseguenze ha sbagliato di grosso e ha sbagliato ministro: faccio e farò di tutto per difendere l’Italia“.

Intanto, proseguono gli sbarchi a Lampedusa: circa cento tunisini sono sbarcati autonomamente a Cala Spugne. I migranti sono stati già bloccati dalle forze dell’ordine e sono stati accompagnati all’hotspot di contrada Imbriacola.


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it