Michele Zarrillo: “Ricomincio da Napoli in concerto “

Napoli 15 lug. – È annoverato tra i cantautori italiani che hanno segnato la storia della melodia nostrana, per questo a Michele Zarrillo è stata affidata la serata finale del Bufala Fest 2018, in quarta edizione con un boom di 500.000 presenze complessive.

Assiduo frequentatore dei palcoscenici partenopei, introdotto dalla presentazione di Mary Boccia, Zarrillo torna in terra campana, in cui riparte il tour estivo in acustico. “La mia presenza a Napoli è stata un’improvvisata – dichiara l’artista reduce dal programma tv ‘Ora o mai più’ in qualità di giudice di gara – ci siamo ritrovati a fare un primo acustico vero in questa estate, messo in piedi in pochissimo tempo. Per questo ringrazio tutti i miei musicisti”.

In un’occasione popolare il cantautore de ‘La notte dei pensieri’ e di ‘Una rosa blu’, con chitarra alla mano, rivolge il suo personale saluto a Napoli: “Molti amici napoletani conoscono il mio percorso. Devo tanto a questa città che mi ha donato tanto di sé. Quando vengo qui sono sempre emozionato e contento, ed anche in questa versione un po’ più casalinga, sono felice di poter esternare la mia voce, le mie sensazioni, nella speranza di realizzare una bellissima condivisione”.

Le parole di Michele sono significative; dopo alcuni anni di silenzio dovuti a problemi di salute, scelse di ripartire in musica proprio da Napoli, con un concerto intimo organizzato a teatro. Ritornato in piena forma, sul palco ora balla, coinvolge e detta il ritmo dei suoi musicisti, perdendosi in assoli virtuosistici con la chitarra. “Spero di farvi provare sempre quelle sensazioni di cui abbiamo bisogno – aggiunge – e di tenervi aggrappati con la mia musica a quelle cose belle che ci aiutano a superare tanti ostacoli…proprio per questo quando sono con voi devo per forza imbracciare la mia chitarra”.

Il noto chitarrista romano con madre salernitana, ha venduto nella sua carriera più di un milione di dischi; nonostante ciò resta un uomo aperto alla bella musica, tanto che anche al Bufala Fest ricorda Pino Daniele e Mango, due amici e colleghi cui dedica sempre uno spazio nei suoi concerti, per celebrarne la memoria.

Uomo di classe e garbo, Michele durante l’esibizione partenopea si spoglia della giacca offrendola al pubblico, ribadendo: “Sono qui davanti a voi come uomo che vi dedica tutto”.

image_pdfimage_print
Pina Stendardo

Pina Stendardo

Collaboratrice freelance presso diverse testate online, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *