Meno migranti in provincia di Avellino

Riunito in prefettura il Consiglio territoriale dell’immigrazione

Il punto sullo stato di accoglienza dei richiedenti asilo ospitati nella provincia è stato tracciato il 2 luglio nella prefettura di Avellino nel corso della riunione del Consiglio territoriale dell’immigrazione, presieduta dal prefetto Maria Tirone.

Sono attualmente 1823 i migranti presenti nel territorio, dei quali 1471 richiedenti asilo ospitati nei Centri straordinari di accoglienza (Cas) in 50 strutture distribuite in 28 comuni, e 352 titolari di protezione alloggiati nei 14 centri del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) attualmente attivi. Rispetto al precedente anno c’è stato un decremento di presenze nei Cas (642 presenze in meno rispetto a giugno 2017) e una riduzione di Cas che da 69 sono passati a 50 (16 in meno rispetto a giugno 2017); viceversa grazie all’attività di sensibilizzazione svolta dalla prefettura si è avuto un incremento delle aperture di nuovi Sprar (4 in più rispetto al precedente anno).

Nel primo trimestre 2018 la prefettura ha disposto 48 ispezioni presso le strutture di accoglienza – 24 contestazioni di cui 20 con applicazione della penale e recupero sulle somme dovute e 16 chiusure di centri Cas – di cui 2 per conversione in Sprar.

Tre tematiche affrontate dalla prefettura: attuazione del Piano Integrazione dei richiedenti/titolari di protezione internazionale; prevenzione e salvaguardia dei migranti da forme di sfruttamento nel mondo lavorativo; attuazione del Progetto MIRECO in materia di controlli sui Cas. Tra le iniziative di rilievo è stata menzionata in particolare la costituzione di una Task force per prevenire il lavoro nero e forme di caporalato nei settori più a rischio, e la sottoscrizione di un “Protocollo d’Intesa per la formazione in materia di tutela e sicurezza del Lavoro” per consentire una migliore integrazione dei richiedenti/titolari di protezione internazionale alloggiati nei Cas.

image_pdfimage_print

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

redazione@ilmonito.it

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: