Maddaloni, serata concertistica nello storico salone del “Giordano Bruno” per l’Estate Maddalonese

MADDALONI (Caserta) – L’estate maddalonese si è aperta con il Concerto del 22 dicembre 2018.

L’Estate Maddalonese, a cui un tempo veniva dedicato un mese e più di programmazione, si è presentata alla città con il Concerto presso lo storico salone settecentesco del Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno” di Maddaloni con la sua tele settecentesca più grande del mondo. L’istituzione guidata dalla prof.ssa Maria Pirozzi, che ospita anche la scuola di formazione di bandisti e orchestrali maddalonesi fondata e diretta dal prof. Maestro Luigi Pascarella, è stata importante sia nell’ospitalità che nella collaborazione dell’evento è organizzato delle Associazioni Culturali Musicali “Maestri S. D’Angelo e S. Silvestro” – “I Borgia” – “Banda della Città Maddaloni” che insieme danno vita alla “Banda Sinfonica della Città di Maddaloni”.

Il concerto che si è tenuto il 22 giugno 2018 in onore della giornata mondiale della Musica.

Al concerto ha preso parte l’U.N.A.C. di Maddaloni, presieduta dal coordinatore regionale cav. dott. Gaetano Letizia, con i suoi volontari per il servizio d’ordine e il picchetto d’onore.

Ad esibirsi sono state la “Banda Sinfonica Junior” del Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno” di Maddaloni e la “Banda Sinfonica della Città di Maddaloni”, sotto la direzione del Maestro prof. Luigi Pascarella.

Alla serata a fare gli onori di casa è stata la prof.ssa Maria Pirozzi, Rettore del Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno” di Maddaloni e Dirigente Scolastico degli Istituti Scolastici annessi. Presente il sindaco Andrea De Filippo e una rappresentanza degli eletti.

Entusiasta il primo cittadino che ha notato la bravura dei musicisti e gli sviluppi che i giovani e giovanissimi artisti stanno conseguendo con la scuola diretta dal Maestro Pascarella. Il sindaco ha espresso la volontà di voler dare la massima collaborazione alle scuole del territorio a maggior ragione per iniziative culturali.

Il Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno” di Maddaloni è diventato, e questo concerto ne è la dimostrazione, il polmone musicale e culturale del territorio che valorizza anche la storica presenza di Musicisti e Musicanti maddalonesi che si sono distinti e affermati nel bel Paese. La scuola nata nel Convitto per iniziativa del suo fondatore e direttore prof. Luigi Pascarella è un fiore all’occhiello del territorio e si va a sostituire, per certi versi, a quella che è stata la grandezza delle altre bande e scuole cittadine di musica. Con Pascarella nella scuola, che continua ad esistere grazie alla volontà e al sostegno del Rettore del Convitto, danno un validissimo contributo, anche in occasione del Converto, i Maestri e professori Domenica Papa (tastiere), Michele della Ventura (sax e clarinetti), Michelina Carfora (flauto e solfeggio), Vincenzo Silvestro (tromba), Mimmo Santangelo (batteria).

Il programma della serata ha visto la presentazione dei seguenti brani: “MARCIA DI APERTURA” The King di “A. MIRRI”; “LA VITA E’ BELLA” Tema dal Film di “N. PIOVANI”; “MY HEART WILL GO ON” Tema dal film Titanic di “J. HORNER”; “BOLERO” Musica da balletto di “M. RAVEL”; MEDLEY COLONNE SONORE Brani da film di “L. PASCARELLA”.

Della serata un momento cruciale è stato quello che ha visto, durante Bolero, il mini batterista Emanuele Piscitelli, di 9 anni e frequentante la classe 4 primaria, esibirsi scandendo per tutta la durata del pezzo il ritmo trascinante del Bolero stesso.

Emozionante è stata l’esibizione del Medley di colonne sonore che è il pezzo con il quale l’orchestra Junior del Convitto ha vinto lo scorso maggio il 1 premio della rassegna Musicale della XII edizione del “Premio Elio Rosa” a Torre Annunziata. La stessa banda maddalonese sta concorrendo per l’apertura del prossimo anno scolastico a Roma con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

image_pdfimage_print

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

redazione@ilmonito.it

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.