Maddaloni, Il Museo Nascosto il 4 febbraio 2018 – “Domenica al Museo” con i ragazzi del Convitto

MADDALONI (Caserta) – Come è noto l’Istituzione del Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno” di Maddaloni costituisce da tempo memore un punto di riferimento per gli eventi anche di rilevanza culturale del territorio a ciò si aggiunga la collaborazione nata da qualche anno con Museo Nazionale Archeologico di Calatia con sede in Maddaloni.

Più volte le pagine della nostra testata hanno ospitato appuntamenti e cronache di eventi di tale “binomio” e sottolineato il successo derivato.

Nei prossimi giorni ci si appresta a vivere un altro interessantissimo evento che merita la giusta presentazione e divulgazione per il suo essere inedito e speciale. Infatti, ci si appresta a vivere l’evento “Il Museo Nascosto” realizzato dal Museo Nazionale Archeologico di Calatia in collaborazione con il Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno” di Maddaloni, guidato dal Dirigente Scolastico – Rettore prof.ssa Maria Pirozzi, nell’ambito delle iniziative per la “Domenica al Museo”.

Durante tale appuntamento gli allievi del Liceo Classico e del Liceo Classico Europeo, annessi al Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno” di Maddaloni, coinvolti nel progetto di Alternanza Scuola Lavoro, affiancheranno il personale specializzato e accompagneranno i visitatori alla scoperta dei tesori custoditi nelle sale e nei depositi del museo.

Il programma della giornata prevede:

  • 10:30 – accoglienza;
  • 11:00 – visita guidata alle collezioni del Museo;
  • 12:00 – apertura al pubblico dei depositi.

L’occasione è gradita per mettere in evidenza l’impegno degli studenti catalogatori guidati dalla prof.ssa Vastano e dal personale del Museo Calatia che hanno realizzato un importante attività in previsione dell’evento del 4 febbraio. Oltre al lavoro encomiabile, umile e silenzioso della prof.ssa Vastano va sottolineato anche quello della prof.ssa Luigia Tontaro, per la collaborazione, assolutamente gratuita e generosa.

Si prevede che l’evento avrà un grosso successo grazie anche a Federica Vitale e agli studenti che si occupano della comunicazione per la divulgazione delle attività sul profilo ufficiale del Convitto, al prof. Scolastico per il lavoro di promozione delle attività sul sito e all’educatore prof. Antonio Pagliaro per la divulgazione sui giornali e radio.

Per l’evento gli studenti dei Licei afferenti il Convitto Maddalonese hanno realizzato uno spot promozionale (disponibile al link https://www.youtube.com/watch?v=P4zo9vYEHvg ) occupandosi delle riprese, della regia, della colonna sonora e hanno realizzato il montaggio partendo da loro idee.

Per maggiori informazioni specificatamente per questo evento si rimanda anche al link http://museoarcheologicocalatia.beniculturali.it/?cat=4 .

L’ingresso all’evento del 4 febbraio sarà gratuito e libero e per maggiori informazioni conviene contattare: Museo archeologico di Calatia, Via Caudina 353, Maddaloni – Tel. 0823200065 – pm-cam.maddaloni@beniculturali.it www.museoarcheologicocalatia.beniculturali.it. Come di consueto vi sarà il servizio d’ordine dei volontari della delegazione UNAC di Maddaloni a supporto del personal dell’ente museale.

Intanto domenica, come apprendiamo dalla ottima cronaca offerta sui social dal prof. Antonio Pagliaro, si è tenuto l’evento dell’aperitivo al “Convitto” nell’ambito delle iniziative finalizzate alla presentazione dell’offerta formativa alla Città. L’evento, come ricorda il prof. Antonio Pagliaro, si è tenuto dalle ore 11:00 alle ore 13:30, e ha visto la partecipazione di molti genitori, studenti, parenti, amici e visitatori che hanno deciso di trascorrere la loro mattinata al Convitto Nazionale Statale bruniano rispondendo fattivamente all’invito-aperitivo (accompagnato da un gustoso buffet) del Rettore- Dirigente Scolastico prof.ssa Maria Pirozzi.

Come da programma, il custode di turno, dalle ore 10:30, ha aperto i battenti della bellissima scuola museo (che ha il pregio di ospitare la grande tela settecentesca dipinta magistralmente dai fratelli Giovanni e Giuseppe Funaro), per venire incontro alle numerose richieste di persone che, per motivi vari, non avevano potuto partecipare ai due Open Day già organizzati in precedenza. Diverse sono state le persone che si sono anticipate per completare la domanda d’iscrizione online dei loro figli alla Scuola primaria, Secondaria di I° grado, Liceo Classico e Classico Europeo annesse al Convitto maddalonese.

Al contempo va detto che molti cittadini maddalonesi hanno approfittato dell’occasione per visitare gli antichi locali e le numerose opere d’arte presenti nell’ex Convento dei Frati Francescani, oggi Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno”.

Nel Gran Salone storico, i graditi ospiti sono stati allietati dall’atmosfera soft che ha saputo creare il professore Maestro Luigi Pascarella (direttore non solo della Banda Sinfonica della Città di Maddaloni ma anche della Scuola di Musica bandistica operante all’interno del medesimo Convitto), il quale, con il suo magico Sax, ha proposto brani musicali di notevole successo internazionale che sono stati molto graditi ai tanti presenti.

Il Rettore, prof.ssa Maria Pirozzi, molto contenta dell’andamento delle iscrizioni e della numerosa partecipazione delle famiglie intervenute, ringrazia di vero cuore tutti i docenti, gli educatori e il personale ATA che non mancano mai di presenziare e collaborare anche in giornate festive dimostrando in tal modo il senso di appartenenza alla grande famiglia del Convitto. Viene dunque da pensare che questo, questa coesione, sia il vero segreto della scuola pubblica più antica della provincia di Terra di Lavoro, oggi, provincia di Caserta, in attività di istruzione e formazione dal lontanissimo 1807.

Nell’occasione la prof.ssa Pirozzi ha anche presentato l’attività di domenica 4 febbraio 2018, di cui sopra. Un grazie particolare è stato poi indirizzato anche al Maresciallo Letizia cav. Gaetano, presidente dell’U.N.A.C. delegazione di Maddaloni nonché responsabile della stessa sigla per la Provincia di Caserta e la Regione Campania, quale garante volontario del servizio di vigilanza.

image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *