Levante contro la discriminazione di genere: “Arrivo a Sanremo con Tikibombom“

Sanremo, 12 gen. – Un suono onomatopeico come titolo di una canzone. L’idea di Levante è di creare un “tormentone” espressivo per parlare di donne e discriminazione di genere.

Lo farà a Sanremo sul palco più ambito dai cantanti italiani, con il brano Tikibombom: “non segui il branco/ balli il tango mentre tutto il mondo/ muove il fianco sopra un ritmo che fa/ tikibombom».

Con Amadeus arriva finalmente la sua grande occasione. Rifiutata dal Festival già nel 2013 e 2015, nel 2020 Levante scrive in musica una lettera a quattro persone che le piacciono.

Sono un animale stanco, un’anima indifesa, il freak della classe preso in giro perché è una femminuccia e un’anima in rivolta rappresentata da una ragazza criticata perché ha la minigonna.

La stigmatizzazione sociale la fa da padrona in questo testo; Levante critica l’omofobia, la visione steriotipata dell’uomo, che vuole l’uso del colore  blu per i maschi e il rosa per le femmine.

La cantautrice che affonda le sue radici musicali in India, si pone contro il concetto di “quote rosa” e rivendica la parità concreta e meritocratica, scevra da pregiudizi.

Levante porta all’Ariston una canzone che esalta la diversità.

L’ex compagna di Diodato, che parteciperá come concorrente al Festival, si lascia andare alle riflessioni sociali e da brava sicula dichiara al Corriere: “La donna è sempre vista in modo fuorviante: mai abbastanza femmina o troppo. La discriminazione di genere c’è ancora».

Infatti Claudia Lagona, questo il suo vero nome,  è solo una delle 7 cantanti donna del Festival, su 24 concorrenti in gara.

L’artista catanese cercherà di lanciare il suo Monito in musica, con un brano che fará sicuramente discutere.

ILMONITO non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie tra i soci dell’Associazione MADEFARES.  Se vuoi aiutare l’associazione a sostenersi puoi fare una donazione.

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, ILMONITO correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online ed ILMONITO ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Pina Stendardo

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.