L’Associazione Radicale per la Grande Napoli esprime il proprio cordoglio per la scomparsa del Professor Aldo Loris Rossi

L’Associazione Radicale per la Grande Napoli esprime il proprio cordoglio per la recente scomparsa del Professor Aldo Loris Rossi, primo Presidente nella storia dell’associazione, le cui proposte visionarie e riformatrici per il rilancio della città di Napoli, hanno costituito la ragione fondativa dell’associazione. Lo stesso nome di Associazione Radicale Per La Grande Napoli, richiama la storica proposta di allargamento dell’area metropolitana napoletana, che sarebbe oggi attuabile  attraverso la fusione delle città metropolitane di Napoli con la provincia di Caserta, al fine di garantire quel governo metropolitano unitario indispensabile per affrontare problematiche quali il sovraffollamento e sovrappopolamento nell’area del napoletano.
Nel suo decalogo delle patologie della città Metropolitana, il professore individuava alcune storiche piaghe che hanno soffocato lo sviluppo di Napoli, impedendo alla capitale del Mezzogiorno e terza città d’Italia di divenire “Grande”. Il contrasto all’abusivismo edilizio, la necessità di investire su informazione e conoscenza rispetto ai rischi vulcanici nell’area vesuviana e flegrea, rappresentano alcune delle principali battaglie politiche illustrate dalla penna del professore.  Al fine di intraprendere nuovamente iniziative politiche su tali temi, l’Associazione si impegna a convocare entro i prossimi mesi un evento di approfondimento e studio sulle modalità più adeguate per rilanciare le storiche proposte del professor Loris Rossi. Lorenzo Mineo Segretario dell’Associazione Radicale “Per La Grande Napoli”. (C.S.)

Rosa Criscuolo

Tesoriere dell’Associazione Radicale “Per La Grande Napoli”

Roberto Gaudioso,

Presidente dell’Associazione Radicale “Per La Grande Napoli”

image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *