L’Afragolese domina il Barano e conquista la vetta solitaria

Afragola, 22 set. – Afragolese vs Barano in campo, lo spettacolo ha presto inizio! La squadra rossoblù di Masecchia liquida gli isolani con il punteggio di 3 reti ad 1, sbagliando anche un calcio di rigore da parte di Marzullo. Il mister schiera il 4-3-3 con Romano, Palumbo, Nocerino e Lieto davanti al portiere Caputo.
Centrocampo con : Viscido, Conte e Ricci, e linea offensiva formata dal trio: Marzullo, Murolo, Fava.
La gara comincia con le squadre contratte e poco produttive fino al minuto 18, quando per un fallo di mano in area del Barano, l’arbitro senza esitare assegna il calcio di rigore dell’ Afragolese. Marzullo dal dischetto fallisce il penalty calciando la palla al lato.
Reazione d’ orgoglio dei rossoblù che cominciano a macinare gioco trovando la prima rete al minuto 25 con il difensore Palumbo.
Passano solo 6 minuti e Ricci trova il raddoppio superando 2 avversari in area e battendo l’incolpevole portiere isolano.
L’ Afragolese si adagia sul doppio vantaggio e permette al Barano di accorciare le distanze su un errore grossolano del portiere Caputo.
Le squadre chiudono il primo tempo sul punteggio di 2 a 1.


Nella ripresa, l’Afragolese parte con il piglio giusto controllando la gara senza essere impensierita dalla squadra di Ischia che perde per espulsione dopo 3 minuti di gioco il calciatore Selva.
Spinge sull’acceleratore e trova il terzo gol al 67° minuto con una potente punizione di Signorelli dal limite dell’area.
I rossoblù gestiscono il risultato fino alla fine del match senza mai essere impensieriti.
Per loro la classifica é a punteggio pieno con 9 punti in tre partite e prossima trasferta a Mondragone cercando di allungare ulteriormente sulle inseguitrici.


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
Arturo Favella

Arturo Favella

Fotoreporter freelance. Professionista dello scatto, racconta in immagini spaccati ed emozioni del reale. Per lui la foto è "musa" dell'informazione