La compagnia Reppucci di Marigliano in scena alla rassegna teatrale città di Saviano

Saviano (Na), 3 feb. – La 7a opera in cartellone alla kermesse savianese, segnerà una sosta di tre settimane per dare spazio alle iniziative carnevalesche poste in essere dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Carmine Sommese, che, come di consueto, porterà il saluto ai convenuti presso il teatro/auditorium di via Falcone e Borsellino. Si riprenderà, quindi, il 25 febbraio con “Jamme … jà” di Napoli, che si esibirà nell’opera inedita “Una bugiarda verità”.

Trattasi di  “Arezzo 29 in tre minuti”, commedia in 2 atti di Olimpia e Gaetano Di Maio, che la compagnia “R. Reppucci” di Marigliano (Na), presenterà domenica 4 febbraio prossimo, alle ore 18.00, alla sezione “classici” della 14a edizione della Rassegna Festival Città di Saviano – memorial Carmine Mensorio, illustre cittadino della “Città del Carnevale”, ricordato per quanto di buono ha fatto per il suo territorio. La 7a opera in cartellone segnerà una sosta di tre settimane per dare spazio alle iniziative carnevalesche poste in essere dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Carmine Sommese, che, come di consueto, porterà il saluto ai convenuti presso il teatro/auditorium di via Falcone e Borsellino. Si riprenderà, quindi, il 25 febbraio con “Jamme … jà” di Napoli, che presenterà l’opera inedita “Una bugiarda verità”.

Il gruppo “Reppucci” si cimenta in teatro trattando opere dei maggiori autori di questa nobile arte. Ci riferiamo ai Di Maio, De Filippo, Viviani ed altri, considerando il teatro una palestra di vita per approcciarsi alla realtà senza mai perdere la speranza nel domani, neanche di fronte a quelle che sembrano inaccessibili difficoltà! L’impegno sociale e spettacoli di solidarietà, poi, affibiano alla compagnia mariglianese una meritata palma di civiltà, cultura e umanità,  tipica di chi opera per fini educativi e a favore dei meno abbienti.   

L’opera dei fratelli Di Maio si mostra ricca di situazioni esilaranti, con battute spassose, colpi di scena e imprevisti che comunque non fanno dimenticare le difficoltà che la cruda realtà ci presenta giorno dopo giorno.  Trattasi della storia che prende corpo dalla nascita di un figlio illegittimo, venuto alla luce da una relazione extra-coniugale di un tassista con la moglie di un noto pregiudicato, in carcere per vendita di bambini. La vicenda si svolge interamente all’interno di un basso napoletano tipico dell’epoca, abitato dalla famiglia del tassista e dove la protagonista della commedia, donna Vicenza, riuscirà a districare l’intricata matassa che si viene a creare, anche se deve superare mille disavventure.

La commedia, portata al successo, negli anni 80, dalle icone del teatro Luisa Conte e Nino Taranto, che per l’occasione si avvarrà della regia di F. Mautone,  promette, dunque, due ore circa di spassoso divertimento, presumibilmente, come già avvenuto nelle precedenti rappresentazioni della compagnia mariglianese, alla presenza di un pubblico numerosissimo.

Agli spettatori si raccomanda precisione nell’orario – ore 18:00, ripetiamo –  circostanza che l’organizzazione del patron Giovanni Palladoro e del gruppo di lavoro – Carmine Ciccone, Giacomo Simonelli e Mauro Romano – che funge pure da giuria intenta ad assegnare vari riconoscimenti a fine Rassegna, intende far rispettare per eliminare quelle noiose, interminabili attese … e nel rispetto di chi della puntualità ne fa il suo forte. D’altronde, se anche il primo cittadino della cittadina savianese da il buon esempio, non si capirebbe perché non possano farlo gli altri! Buon divertimento.

image_pdfimage_print
Redazione

Mauro Romano

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *