La capitana Titty Astarita esclusa dalla squadra perché candidata in una lista alleata della Lega- la squadra si ribella

Marano di Napoli, 16 ottobre- La giovane calciatrice Concetta (Titty) Astarita, capitana della squadra Afro Napoli, squadra nata per favorire l’integrazione e difendere l’Italia multiculturale e diffondere la cultura del rispetto, esclude dalla rosa delle giocatrici la capitana. La squadra decide di non giocare senza la sua guida, dando grande prova di unione e coesione. Le giovani atlete dimostrano che la squadra c’è ed è forte.

Ci saremmo aspettati una massiccia levata di scudi da parte di tutte e tutti coloro i quali sono coinvolti a vario titolo in difesa dei diritti civili, politici ed umani. Perché ancor prima della esclusione dalla squadra si discrimina una giocatrice per le proprie idee politiche, per la propria appartenenza ma soprattutto per il proprio impegno civico. L’Astarita, è candidata sì, non nella Lega ma in una lista civica in coalizione con la Lega. Il vivere quotidiano, il fatto stesso dell’impegno a favore dell’integrazione che la giovane profonde quotidianamente, non è certo in contrasto con la mission della squadra, se questo urta altri interessi, visto che l’Astarita è una consigliera uscente, non ci è dato sapere. Resta il fatto, a nostro avviso grave, della negazione della libera scelta di autodeterminarsi anche politicamente di una giovane donne, non mi risultano casi analoghi che abbiano coinvolto giocatori di sesso maschile. Anche questa è violenza! Di quelle più subdole, striscianti e vergognose che si unisce alla frustrazione dell’impotenza nel subire scelte ingiuste.

In questo assordante silenzio, parte la campagna promossa dal già assessore al Lavoro della Regione Campania Severino Nappi DIAMO UNA MANO A TITTY E ALLE SUE AMICHE, che così denunzia: “I razzisti alla rovescia di Afro-Napoli United calcio femminile hanno ritirato la squadra dal campionato dopo che le compagne di Titty per solidarietà hanno scelto di non scendere in campo domenica dopo la sua esclusione dalla squadra per motivi politici”.- chiosa Nappi- “Scriviamo tutti alla Lega Nazionale Dilettanti della FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio perché autorizzi la formazione di una nuova squadra con tutte loro”. Questo l’indirizzo mail: interregionale@lnd.it

Certi che l’incresciosa vicenda più che nuocere, abbia rafforzato Titty e le sue “Compagne” di squadra, le formuliamo i migliori auspici per il prossimo futuro.

 

image_pdfimage_print
Francesca Beneduce

Poliedrica e sempre in prima linea a difesa dei Diritti Umani. Laureata in Scienze Politiche, Criminologa, Giornalista. Esperta di politiche paritarie e di genere, di sviluppo locale, Bibliotecario, Valutatrice del personale della P.A. Ha ricoperto ruoli Istituzionali apicali per la Regione Campania e per Enti locali in Organismi di Parità. Consulente per lo sviluppo organizzativo in Enti pubblici e privati. dott.francescabeneduce@gmail.com

Francesca Beneduce

Francesca Beneduce

Poliedrica e sempre in prima linea a difesa dei Diritti Umani. Laureata in Scienze Politiche, Criminologa, Giornalista. Esperta di politiche paritarie e di genere, di sviluppo locale, Bibliotecario, Valutatrice del personale della P.A. Ha ricoperto ruoli Istituzionali apicali per la Regione Campania e per Enti locali in Organismi di Parità. Consulente per lo sviluppo organizzativo in Enti pubblici e privati. dott.francescabeneduce@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: