“Java per la Campania” arriva a Caserta!

Lunedì 9 luglio, presso il Palazzo dei Vescovi (ex Caserma Sacchi), sarà inaugurato il corso “Java per la Campania”, organizzato nell’ambito del progetto di formazione che la Regione Campania ha lanciato per aumentare l’occupazione dei giovani in un ambito altamente innovativo. All’avvio delle attività formative, alle quali a Caserta partecipano dodici giovani che hanno superato le selezioni, saranno presenti con il sindaco Carlo Marino e l’assessore alle Politiche Giovanili  Maddalena Corvino, l’assessore regionale alla

Formazione Chiara Marciani e Claudia Castellano, Oracle University Country Leader.

Interamente finanziato dal Fondo Sociale Europeo, in Campania l’iniziativa è rivolta a 240 giovani campani (inoccupati) e prevede l’erogazione di 800 giornate di training al termine delle quali gli studenti potranno ottenere la certificazione Oracle Java Programmer.

I corsi verranno tenuti da Oracle attraverso Oracle University che è la divisione di servizi di formazione e di consulenza formativa e si baseranno sulle più innovative tematiche di sviluppo software, su metodologie all’avanguardia come la SOA e sul linguaggio di programmazione principe del mercato: Java.

Le attività formative verranno erogate in tutte le Province della Regione. Sarà inoltre previsto un bonus occupazionale di 5000 euro e la possibilità di poter effettuare un tirocinio retribuito di sei mesi.

Per quanto riguarda Caserta il corso avrà una durata complessiva di 40 giorni, te terminerà con le sessioni d’esame OCA Java Programmer.

“Una iniziativa – ha spiegato il sindaco Carlo Marino – alla quale abbiamo garantito il nostro massimo supporto e la più ampia collaborazione. Siamo sempre pronti a cogliere progetti che possano dare nuovo impulso alla formazione dei nostri giovani, all’ottimizzazione delle loro competenze, alla possibilità di creare nuove opportunità di accesso al mondo del lavoro”.

 

image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: