Intesa ad Innsbruck con Austria e Germania sulle proposte italiane

Salvini soddisfatto dopo il vertice con gli omologhi dei due Paesi. Nasce un “asse dei volenterosi” per fermare gli sbarchi

Il ministro Salvini con i ministri dell’Interno austriaco e tedesco, Kickl e Seehofer ha incontrato stamane la stampa a Innsbruck al termine dei colloqui con i colleghi.

«C’è grande soddisfazione – ha detto il titolare del Viminale – perchè le proposte italiane potranno diventare proposte europee: meno partenze, meno sbarchi, meno costi economico-sociali. Perchè, prosegue il ministro, è un’immigrazione che non siamo più in grado di sostenere».

Salvini ha annunciato, poi, che chiederà sostegno alle autorità libiche per fare sempre meglio il lavoro, e a quelle internazionali per far sì che l’Italia non venga più utilizzata come «unico punto di arrivo».

Dall’intesa tra Italia, Austria e Germania nasce, secondo il «ministro, un nucleo che dà impulso positivo a tutta Europa per riconoscere il diritto di asilo ad una minoranza di persone che ne ha diritto, ma per evitare la morte di migliaia di persone che non scappano da nessuna guerra».

Da questo vertice trilaterale, dunque, emergono molti fattori che uniscono Italia, Austria e Germania più di quelli che li dividono. Ue, prosegue il ministro, deve finalmente ritornare a difendere i suoi confini e la propria sicurezza messa a rischio finora.

image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *