Il Consolato del Bénin presenta le sue attività a Caserta

«Felice ed orgoglioso di questa opportunità. Ringrazio il Sindaco Carlo Marino, le Istituzioni e tutta la cittadinanza», ha dichiarato il Console Giuseppe Gambardella​

Lunedì 12 marzo, alle ore 17:00, presso la Sala Consiliare del Comune di Caserta (sito in Piazza Vanvitelli 64) si terrà un incontro tra il Sindaco della città della Reggia, l’Avv. Carlo Marino, il Console della Repubblica del Bénin a Napoli, il Dott. Giuseppe Gambardella, la Console Generale della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Dott.ssa Amarilis Gutierrez Graffe, il Console del Nicaragua, Avv. Gerry Danesi. L’evento sarà finalizzato alla presentazione delle attività del Consolato del Bénin: saranno spiegate ed esposte le opere realizzate; tutti i propositi da concretizzare; nonché sarà illustrata l’ideologia motrice dello stesso.

Il convegno del 12 marzo è stato preceduto da un incontro avvenuto il 26 febbraio tra il Sindaco Marino ed il Console Gambardella. In tale riunione si è parlato di strategie volte ad una maggiore conoscenza della cultura beninese; di piani per una proficua integrazione tra il popolo campano e quello africano; e anche di programmi di sviluppo di cooperazione internazionale.

«Voglio ringraziare il Sindaco di Caserta per l’accoglienza. L’Avv. Marino si è mostrato attento e sensibile verso i temi della solidarietà e dell’aiuto del prossimo», ha affermato Gambardella.

«Inoltre – ha continuato il Console – il Sindaco ha evidenziato una precisa volontà di creare dei progetti di crescita per valorizzare le virtù del Bénin, di concerto con le note bellezze culturali di Caserta che, con i suoi patrimoni Unesco, si presta ad essere un punto di riferim ento per la gestione delle risorse storico-artistiche».

Entrando nel merito dell’incontro, come detto in precedenza il 12 marzo a Caserta il Consolato illustrerà quanto realizzato in Bénin.

L’operato dell’Istituzione diretta da Gambardella si è concentrato soprattutto sulla costruzione di opere infrastrutturali: soprattutto scuole (5 fino ad ora), con relativa fornitura di materiale scolastico e di cancelleria e programmi di tutoraggio; e di pozzi di acqua potabile (23 ad oggi). Inoltre sono state portate avanti iniziative volte alla donazione di pannelli solari; alla fornitura di apparecchi acustici; all’implementazione ed al miglioramento di presidi ospedalieri, anche con la creazione di progettidi formazione medico-sanitaria in Italia.

In più c’è stato un preciso intento di creare opportunità di crescita all’interno del territorio beninese. In particolare valorizzando e pubblicizzando un prodotto di eccellenza del Bénin dalle numerose proprietà benefiche; ovvero il Burro di Karité. Durante il convegno, infatti, verrà esposto il progetto.

«Il Consolato, oltre a svolgere attività amministrativa, si sta impegnando ormai da anni, in sinergia con Istituzioni, Associazioni e privati cittadini a fornire ai beninesi gli strumenti per creare progresso e benessere nella loro Patria. Per questo puntiamo molto sulla istruzione dei giovani beninesi e sulla valorizzazione delle potenzialità, purtroppo ancora inespresse della loro Terra», ha sostenuto il Console Gambardella.

«Siamo lieti – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – di supportare iniziative di solidarietà in collaborazione con il consolato del Benin a Napoli. L’evento del 12 marzo ha la funzione di far conoscere tutte le attività svolte e di sensibilizzare la cittadinanza sulle necessità di un popolo che ha bisogno del nostro aiuto. La solidarietà è uno dei valori che guida la nostra azione amministrativa quotidiana ed è un elemento che orienta ogni nostra decisione».

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.