Grunda, il fumetto contro la violenza sulle donne

GRUNDA, L’ANGELO DALLE ALI ROTTE: ECCO,
IDEATO ED INTERPRETATO DALLA GIORNALISTA
E SCRITTRICE EMANUELA DEL ZOMPO,  IL FUMETTO
CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE CHE PRESTO
DIVENTERÀ ANCHE UN CORTOMETRAGGIO.

Con la collaborazione della regista Annie Depardieu, la giornalista e scrittrice Emanuela Del Zompo (www.emanueladelzompo.com) continua il suo impegno nella lotta contro la violenza sulle donne ideando un fumetto intrerpretato da ella stessa insieme ad altri attori. Nel cast anche il sindaco di Montedinove, Antonio Del Duca, e l’assessore alle pari opportunità di San Benedetto del Tronto.

ROMA, 14 GIU 2018 – Il fumetto dice basta! Basta alla violenza sulle donne, basta al femminicidio. Anche l’arte fumettistica scende in campo contro l’abuso sulle donne e lo fa attraverso un nuovo fumetto ideato ed interpretato dalla giornalista, scrittrice ed attrice Emanuela Del Zompo (www.emanueladelzompo.com) con la collaborazione della regista Annie Depardieu.

Il nuovo fumetto si intitola «Grunda, l’angelo dalle ali rotte» e rappresenta un nuovo modo di dire no al femminicidio attraverso un’idea innovativa in cui la storia è interpretata da attori, tra i quali Andrea Annibale, Vincenzo Bocciarelli, Noemi Maria Cognigni, Roberta Garzia, Alessandra Gentile, Alessandro ed Enrico Magistri, Mattia Palese, Emanuela Petroni, Cristina Roncalli, Noli Sta Isabel, Cristian Stelluti e Rinaldo Talamonti.

Il foto-racconto è stato realizzato da Pierdomenico Braccetti, Claudio Martone, Renata Marzeda e Giovanni Paccasassi. E nel cast anche Antonio Del Duca, sindaco di Montedinove, ed Antonella Baiocchi, assessore alle pari opportunità del Comune di San Benedetto del Tronto, territori dove sono stati in parte realizzati gli shooting fotografici.

Su ideazione di Emanuela Del Zompo e storyboard disegnato da Annie Depardieu, la storia narra le vicende di un angelo pasticcione alle prese con una missione da Cupido, che invece di fare la cosa giusta fa sempre quella sbagliata. Un pretesto per parlare attraverso un fumetto del tema del femminicidio e dal fumetto presto nascerà anche un cortometraggio per la regia di Annie Depardieu, per cui è prevista la partecipazione a numerosi festival, con il precipuo obiettivo di essere portato nelle scuole con convegni e dibattiti sul tema del femminicidio.

«Un particolare ringraziamento va all’assessore alle pari opportunità del comune di San Benedetto del Tronto, Antonella Baiocchi, all’Ufficio del Turismo “IAT” di Gravina, al portavoce del Sindaco di Gravina, signor Topputto, a “Gravina Sotterranea” ed al Sindaco di Montedinove, Antonio Del Duca, che ha mobilitato il comune e i cittadini a supporto del fumetto» sottolinea Emanuela Del Zompo.

Patrocinato proprio dall’assessore alle pari opportunità del comune di San Benedetto del Tronto, la criminologa e psicologa Antonella Baiocchi, Grunda vuole arrivare alle scuole e ai ragazzi per far capire che la violenza contro la donna è una priorità da affrontare e da combattere.

Location del Fumetto sono Roma con il suo Cimitero Monumentale del Verano, San Benedetto del TrontoMontedinove, il Castello Marchione di Conversano e Gravina in Puglia. Principale protagonista, nei panni di Grunda, l’angelo dalle ali rotte, è Emanuela Del Zompo che negli shooting fotografici indossa abiti dell’atelier romano «Brutta Spose» di Alessandra Ferrari.

image_pdfimage_print

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

redazione@ilmonito.it

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.