Governo Lega-M5s “destabilizzante per l’Eurozona”, secondo il Financial Times

Uno “scenario da incubo” per funzionari Ue e investitori internazionali per il Telegraph. Un governo “destabilizzante per l’Eurozona”  secondo il Financial Times. Mentre Politico lancia l’allarme: “Potrebbe far esplodere l’Europa cosi’ come la conosciamo”. Sulla stampa europea, il possibile governo tra la Lega e il Movimento 5 stelle lascia non poche perplessità, a voler usare un eufemismo. Una preoccupazione forte che riflette quella che, stando ad analisti e commentatori, stanno vivendo in queste ore le cancellerie dei principali paesi Ue e la stessa Bruxelles. Fuori dal coro, il leader dell’Ukip e della Brexit, Nigel Farage, per il quale li duo Salvini-Di Maio “è senza dubbio il miglior scenario possibile”.

I populisti di destra e di sinistra si preparano a prendere il potere in Italia ed a formare il primo esecutivo “anti-sistema” in un grande paese dell’Europa Occidentale dopo la Seconda Guerra Mondiale: il quotidiano conservatore britannico “The Telegraph” da’ notizia delle trattative in corso tra il Movimento 5 stelle (M5s) e la Lega sostenendo che esse prefigurano uno “scenario da incubo” temuto in egual misura dagli investitori internazionali e dai funzionari Ue di Bruxelles; secondo l’autorevole opinionista del quotidiano Ambrose Evans-Pritchard, l’eventuale governo M5s-Lega in Italia, che tuttavia potrebbe ancora fallire all’ultimo momento, provochera’ in Europa un inevitabile inasprimento della resistenza della Germania a qualsiasi forma di unione fiscale o di condivisione del debito pubblico ed affossera’ il piano proposto dal presidente francese Emmanuel Macron per un bilancio comune dell’eurozona, lasciando l’unione monetaria in una posizione praticamente impossibile da difendere nella incombente congiuntura globale“.

Farange esulta: Se in tanti esprimono preoccupazione, dall’altro lato c’è chi esulta, come Nigel Farage: un governo Lega-M5S “è senza dubbio il miglior scenario possibile, sono veramente felice per le notizie che mi arrivano dall’Italia”. In un’intervista a La Stampa, l’ex leader dell’Ukip, che a Bruxelles condivide il gruppo europarlamentare con il M5s, è convinto che “il nuovo governo agirà per difendere gli interessi nazionali”, sottolineando che “la gente ha votato M5s e Lega perche’ vuole il cambiamento” e “l’euro non e’ stato una cosa positiva per voi”. Quanto all’ammorbidimento della linea da parte dei vertici dei 5Stelle, Farage ricorda “dichiarazioni di Beppe Grillo sempre marcatamente euroscettiche”.

 

image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: