Gambarini (Cambiamo!): “Torna la sinistra e riparte il business dell’immigrazione in Emilia”

PARMA, 8 nov. – “Torna la sinistra al Governo e le coop rosse emiliane tornano in prima fila nel business dell’immigrazione. Dopo solo poche settimane di (disastroso) Governo Pd – Stelle, sono ricominciate le grandi manovre per rilanciare il business dei migranti. In Emilia purtroppo abbiamo già avuto notizia della riapertura del grande centro di accoglienza di Bologna, noto alle cronache per essere inadatto ad ospitare persone e per essere stato più volte teatro di disordini. L’Emilia Romagna è una delle regioni che ospita il maggior numero di migranti nei propri centri e girando nelle nostre città ci sembra chiaro che il nostro territorio non possa accogliere oltre. Noi vogliamo portare buon senso: in Emilia Romagna viene accolto soltanto chi ha requisiti. Noi non siamo interessanti ad un business che arricchisce chi ospite (il più delle volta cooperative) sulla pelle dei migranti, dando loro l’illusione di trovare qui il paese di Bengodi. Il 26 gennaio potremmo mettere fine a questa speculazione con Lucia Borgonzoni presidente e un po’ di buonsenso”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, componente del comitato nazionale di Cambiamo!


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it