Formazione ad Avellino per l’integrazione dei migranti

Firmato l’accordo prefettura, Inail, Inps e Ispettorato del Lavoro

Firmato questa mattina nella prefettura di Avellino un Protocollo d’intesa finalizzato a favorire la collaborazione tra le istituzioni per una migliore integrazione degli immigrati. A siglare il documento sono stati il prefetto di Avellino Maria Tirone, il direttore provinciale dell’Istituto nazionale assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (Inail), il direttore provinciale dell’Istituto nazionale per la previdenza sociale (Inps), dell’Ispettorato territoriale del Lavoro e dell’Unità operativa territoriale (Uot) dell’Inail.

L’accordo prevede la sperimentazione di formazione per i migranti richiedenti asilo ospiti nei Centri di accoglienza straordinaria (Cas) per migliorare la conoscenza in materia di prevenzione e sicurezza negli ambienti di vita e di lavoro, fornendo loro consapevolezza sulle regole da rispettare per un corretto inserimento nel mondo socio-lavorativo. Personale qualificato degli enti aderenti somministrerà giornate formative/informative sulla sicurezza sul lavoro e negli ambienti di vita, oltre che su tematiche previdenziali e assistenziali, calibrate su un massimo di 30 migranti. L’adesione al progetto sarà su base volontaria e comporterà l’impegno da parte dei gestori aderenti di assicurare, a titolo gratuito, la massima collaborazione organizzativa per la realizzazione delle attività previste dal progetto.

Il progetto punta a favorire, in attesa che il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) diventi l’unico sistema di seconda accoglienza, il rafforzamento dei servizi di integrazione dei Cas. Al termine del modulo formativo il migrante riceverà dal prefetto un attestato di partecipazione, utile per ogni eventuale contesto lavorativo.

image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *