Estesa la videosorveglianza ad Avellino

È tra le misure che saranno operative con la firma in prefettura del Patto per la sicurezza

Uno strumento di collaborazione tra più livelli di governo per il contrasto ai reati predatori, allo spaccio di stupefacenti e al disagio giovanile. È il Patto per la sicurezza sottoscritto oggi presso il Salone degli Specchi della prefettura di Avellino, dal prefetto Tirone e dal sindaco della città Festa.

Tra le strategie messe in campo, la possibilità di connettere il sistema di videosorveglianza urbana con le sale operative delle Forze dell’Ordine, per visionare le telecamere comunali e consentire anche la registrazione delle immagini.

Altri interventi sono previsti per il contrasto del disagio sociale e della violenza di genere, anche valorizzando i moduli di sicurezza partecipata attivati con precedenti intese.


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it