Digitale, siglato accordo tra le associazioni Knosso e Aidr

Roma, 21 Febbraio – Un accordo di collaborazione è stato siglato a Roma tra le associazioni Italian Digital Revolution e Knosso, associazione nata per diffondere la cultura della sicurezza e della legalità intesa come conoscenza e presidio di protezione dei beni tangibili di una organizzazione pubblica o privata. L’intesa ha lo scopo di organizzare iniziative per contribuire al miglioramento delle conoscenze in materia di competenze per le professioni ICT ai temi afferenti la legalità, la sicurezza, la cyber e la difesa. L’accordo è stato sottoscritto da Mauro Nicastri, dell’Agenzia per l’Italia Digitale e presidente Aidr, e da Biagino Costanzo, presidente di Knosso.

In questo modo – afferma Nicastri – avremo l’opportunità di collaborare con gli amici di Knosso, una realtà composta da diverse esperienze professionali che ci consentirà di continuare a diffondere i programmi previsti dall’Agenda digitale europea e italiana e qualsiasi altra iniziativa utile a diffondere la cultura digitale nel nostro Paese. Ciò dimostra ancora una volta l’interesse dell’Aidr verso proposte tese a fare sistema”.

Per Costanzo, “un dato ormai consolidato che si registra in tutte le fasce d’età è l’inarrestabile

crescita dell’uso di tablet e smartphone. Quasi la totalità dei ragazzi (97%) e degli adulti (95%) ne possiede uno. Knosso intende promuovere seminari, dibattiti, incontri, ed ogni altra iniziativa che riguardi la legalità, la sicurezza, la cyber e la difesa che sono e possono formare oggetto di sviluppo della cultura del digitale come fattore di crescita economica. Con questa intesa vogliamo avvalerci delle competenze di Aidr per programmare iniziative in grado di accompagnare verso la complessità del cambiamento, piuttosto che marginalizzare alcuni aspetti come semplici rischi”.

L’accordo di collaborazione tra le due associazioni intende anche dimostrare come sforzi e visione comuni, di chi diffonde la cultura digitale in Italia, possano contribuire alla crescita e a far esprimere al meglio la capacità di aziende e PA di offrire servizi digitali al cittadino per competere nei mercati globali. Un’accelerazione dello sviluppo economico dell’Italia, per colmare un gap che ci trasciniamo oramai da diversi anni.


SOSTIENI ILMONITO.IT

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it