Criscuolo , Radicali : ” Non ci resta che essere piu’ radicali “

“La frase potrebbe essere intesa in senso provocatorio ed infatti come segretario radicale non potrei fare diversamente . In effetti gli incipit del nuovo governo non fanno altro che richiamare all ‘ ordine chi da anni si batte per lo Stato di diritto e le liberta ‘ fondamentali . Il ruolo che ci spetta e’ quello di nuotare controcorrente affrontando chi cavalca l ‘ onda del razzismo reputando il sovranismo quale unica soluzione dell ‘ attuale situazione politica europea . Il ministro Salvini ha una chiave di lettura rispetto alla risoluzione dei problemi che attanagliano il “Caso Italia” devota al suo personale percorso politico con la Lega ( Nord) che ha avuto modo di arricchire anche in Europa ma con risultati deludenti a quanto pare . La leadership nell’ area di centrodestra e’ solo una deriva elettorale dove non vi e’ stata alcuna coscienza di preservare un’ area liberale in Italia . Nella veste di radicale posso essere anche delusa dal fatto che nelle ultime elezioni questa urgenza non sia stato oggetto di attenzione da parte di chi dovrebbe farsi da garante  della storia e del futuro del movimento relegandoci a diventare undicesima corrente di una sinistra implosa . Forse dovevamo batterci , tra le varie cose , anche per questo , dovevamo essere piu’ radicali “.

Rosa Criscuolo , segretario Radicali Caserta e presidente cellula Coscioni Caserta , tesoriere Ass. Radicali Per la Grande Napoli .

 

« Essere liberale oggi significa saper essere conservatore, quando si tratta di difendere libertà già acquisite, e radicale, quando si tratta di conquistare spazi di libertà ancora negati. Reazionario per recuperare libertà che sono andate smarrite, rivoluzionario quando la conquista della libertà non lascia spazio ad altrettante alternative. E progressista sempre, perché senza libertà non c’è progresso. »
(Antonio Martino)
image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: