Coronavirus, braccio di ferro tra governo e sindacati dopo il decreto “chiudi Italia”

Commenta il capogruppo del Pd alla Camera, Graziano Delrio la tensione tra sindacati e governo dopo il decreto chiudi Italia: “È una crisi senza precedenti ed è comprensibile che ci siano correzioni da fare anche sulle decisioni prese come per il decreto per la chiusura delle attività produttive non essenziali. Tra governo e sindacati non si apra braccio di ferro ma si trovino soluzioni condivise”.

 

È una crisi senza precedenti ed è comprensibile che ci siano correzioni da fare anche sulle decisioni prese come per il decreto per la chiusura delle attività produttive non essenziali. Tra governo e sindacati non si apra braccio di ferro ma si trovino soluzioni condivise — Graziano Delrio (@graziano_delrio) March 23, 2020

 

 

 

 

“Il decreto Chiudi Italia è stato stravolto. Siamo pronti allo sciopero perchè, semplicemente, siamo coerenti con la responsabilità che abbiamo assunto nei confronti di milioni di persone che rischiano la vita lavorando. Già oggi abbiamo chiesto un incontro al governo”. Lo ha detto il leader della Cgil, Maurizio Landini dopo il nuovo decreto del premier che blocca le fabbriche non essenziali. Pronti alla mobilitazione anche Cisl e Uil. Il premier in merito ricorda che in questi giorni sono state analizzate le varie richieste e siamo giunti ad una sintesi soddisfacente, “a guidarci sono il principio di precauzione e la tutela della salute pubblica”.


SOSTIENI ILMONITO.IT

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it