Consultazioni, Salvini: “M5s, non provo rancore. Se i no diventano si, siamo qua”

Giovedì 22 agosto

Ore 16.45  Lega – Il leader del Carroccio Matteo Salvini, dopo il colloquio con Mattarella, ha parlato del possibile accordo Pd-Movimento 5 Stelle come di “un “accordo contro, contro di me e contro la Lega”. “È la vecchia politica. Io non penso che l’Italia abbia bisogno di un governo contro”, ha sottolineato.

Se poi qualcuno (dalla parte dei Cinque Stelle, ndr) dovesse dire “ragioniamo perché i “no” diventano “sì”, miglioriamo la squadra, diamoci un obiettivo, facciamo qualcosa, non “contro” ma “per”, io l’ho sempre detto, sono una persona concreta, non porto rancore, guardo avanti, non indietro”, ha aggiunto Salvini lasciando aperta la strada – difficile ma non impossibile – di un nuovo accordo di governo tra Lega e pentastellati.

“Ho scoperto che tanti no si sarebbero trasformati in sì”, ha spiegato Salvini: “Ci sono alcuni 5 Stelle che appoggerebbero una manovra coraggiosa: ho scoperto che ci sarebbero alcuni disponibili. Aver scoperchiato il vaso è stato utile per capire. Ma malgrado gli insulti, vado avanti. Ero consapevole di un governo fermo, ma se si vuol far ripartire il Paese noi siamo pronti, senza pregiudiziali e senza guardare indietro”.

Quirinale

@Quirinale

, il Presidente riceve i Gruppi Parlamentari “Lega – Salvini Premier” del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati

Visualizza l'immagine su Twitter

 

Quella porta che aveva aperto nelle ultime ore a Luigi Di Maio e al governo non si è mossa. Spera in un ritorno di fiamma: “Non provo rancore. Se i no (quelli che gli avrebbero rifilati i grillini) diventano si, siamo qua”. In caso contrario, Salvini vuole “dare la parola ai cittadini”, “ai nostri datori di lavoro”.


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.redazione@ilmonito.it