Consultazioni, Di Maio: “non lasciamo affondare la nave”

Giovedì 22 agosto

Ore 17.45 – Movimento 5 Stelle – “Non lasciamo la nave affondare, perché l’Italia siamo tutti, a dispetto degli interessi di parte”, ha detto il leader dei Cinque Stelle Luigi Di Maio dopo l’incontro con il presidente della Repubblica. “Sono state avviate tutte le interlocuzioni per avere una maggioranza solida che voglia convergere sui punti indicati” ha precisato il vicepremier, pur senza mai nominare esplicitamente né il Partito Democratico né la Lega.

“I cittadini che ci hanno votato il 4 marzo – ha aggiunto Di Maio – l’hanno fatto per cambiare l’Italia, non il Movimento, e penso anche che il coraggio non è di chi scappa ma chi prova fino in fondo a cambiare le cose, anche sbagliando, con sacrificio e provando a fare le cose. Il voto non ci intimorisce affatto, ma non può essere la fuga dalle promesse fatte dagli italiani. Abbiamo tante cose da fare”.

Quirinale

@Quirinale

, il Presidente riceve i Gruppi Parlamentari “MoVimento 5 Stelle” del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati

Visualizza l'immagine su Twitter
“Abbiamo informato il capo dello Stato di quelli che secondo noi sono obiettivi prioritari per gli italiani”, ha poi svelato il capo politico M5S, illustrando dieci impegni “che secondo noi devono essere portati a compimento”: tra questi il taglio dei parlamentari, una legge sul conflitto di interessi, la riforma della Rai sullo schema della BBC, una ridiscussione del trattato di Dublino sull’immigrazione.

 


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.redazione@ilmonito.it