Citta’ Metropolitana di Napoli : incontro in preparazione dell’edizione 2019 del World Tourism Unesco

Si è tenuto ieri, presso la Città Metropolitana di Napoli in Piazza Matteotti, una riunione dei rappresentanti dei siti UNESCO della regione Campania

La riunione è servita ad avviare il lavoro in vista della prossima edizione del WTE UNESCO che si terrà a Roma il 26 settembre 2019.

All’incontro hanno partecipato rappresentanti dei Comuni sedi dei siti UNESCO, di associazioni e di istituzioni culturali tutti interessati  a costruire attorno a questi siti di eccellenza storica, culturale e paesaggistica, una rete che permetta ai territori uno sviluppo turistico sostenibile.

“Dopo l’importante successo ottenuto dalla delegazione napoletana nella passata edizione svoltasi a Siena lo scorso settembre – ha affermato la consigliera metropolitana delegata alla rete dei siti Unesco, Elena Coccia  – è importante che il territorio con un gran numero di siti tutelati dall’UNESCO si presenti con un’offerta in grado di esaltare e valorizzare l’insieme del patrimonio UNESCO e che è presente nell’intera Regione, offrendo agli operatori, ai turisti ed ai cittadini residenti la possibilità di fruire delle bellezze “Patrimonio dell’Umanità” come una vera e propria rete turistica e culturale che coinvolga non solo i siti già ampiamente frequentati ma anche quelli meno conosciuti”.

Ogni anno, sono un centinaio i siti Unesco presenti alla kermesse, da tutto il mondo, per farsi conoscere e promuovere un turismo culturale più consapevole e responsabile.

Altrettanti i tour operatori italiani e stranieri che, in occasione del Salone, vengono ospitati per incontrare gli operatori del settore turistico nazionale e per conoscere da vicino il territorio ospite e le sue eccellenze.

Nella prima giornata del WTE Unesco, infatti, si svolge un atteso workshop b2b, riservato agli operatori, in cui domanda e offerta di turismo si incontrano direttamente.

Nella prossima edizione, verranno invitati 70 Tour Operator e Agenzie di Viaggio italiani e stranieri.

Obiettivo del Salone è quello non solo di valorizzare e promuovere i siti e le città Patrimonio dell’Umanità Unesco, ma anche di offrire un’occasione di riflessione e di confronto sulle politiche per il turismo, a partire proprio dal brand Unesco. Il nostro Paese, del resto, con i suoi 54 siti Unesco, è la nazione che ne ha di più.

image_pdfimage_print

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

redazione@ilmonito.it

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it