Citta’ Metropolitana: De Magistris, un middle management per supportare il cambiamento

“Abbiamo deciso di dotare la Città Metropolitana di un “middle management”, autonomo e professionalmente capace di sostenere la Dirigenza nel cambiamento che abbiamo in corso”
Così il Sindaco della città Metropolitana di Napoli, commentando la delibera n. 59 del 27 febbraio u.s. sull’istituzione delle posizioni organizzative nell’Ente di Piazza Matteotti.
“La sfida che la Città metropolitana di Napoli dovrà portare avanti nei prossimi anni – ha aggiunto il Sindaco Metropolitano – derivante dalle nuove funzioni di programmazione e coordinamento attribuite dalla legge Legge Delrio, ha imposto all’ente un cambiamento enorme  e per questo abbiamo avviato  un percorso di formazione dei quadri intermedi teso a rafforzare e valorizzare il ruolo delle posizioni organizzative avviato con l’approvazione, il 5 dicembre 2018, del nuovo regolamento per l’affidamento e revoca degli incarichi di posizione organizzativa che si conclude con questo provvedimento”.
L’impulso al rinnovamento è derivato anche dal nuovo contratto nazionale, sottoscritto il 21 maggio 2018, che ha teso a semplificare e valorizzare le posizioni organizzative degli enti del comparto funzioni locali. In particolare il nuovo CCNL ha cercato di semplificare l’istituto delle posizioni organizzative riducendo da tre e a due le tipologie di lavoro con elevata responsabilità di prodotto e risultato cui è applicabile la funzione di direzione di unità organizzative di particolare complessità.
Altresì il CCNL ha modificato le regole per il conferimento e la revoca degli incarichi di posizione organizzativa, cercando di valorizzare modalità di selezione comparativa, non solo in termini di valutazione dei requisiti culturali, facilmente rinvenibili dal curriculum, quanto in termini di valutazione, attraverso il colloquio, dell’apprendimento esperienziale e della dimensione attitudinale.
“Il Regolamento dell’area delle posizioni organizzative ed il conseguente atto deliberativo sindacale di istituzione delle posizioni organizzative – ha concluso de Magistris –  è perfettamente in linea con quanto previsto dal nuovo CCNL.
A meno di un anno dalla sottoscrizione del contratto nazionale, la Città metropolitana di Napoli si è adeguata alle novità contrattuali, valorizzando adeguatamente  il c.d. “middle management” dell’Ente”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.redazione@ilmonito.it