Centri di Accoglienza e frode su migranti, sei arresti a Fondi

Gli ospiti venivano maltrattati e vivevano in cattive condizioni igienico-sanitarie

Fondi, 26 giu. – Dopo il caso  del “ re dei migranti”, precisamente di Paolo Di Donato, personaggio al vertice del consorzio Maleventum, che gestiva ben tredici centri di accoglienza nel beneventino, per la gestione totale di circa 800 richiedenti asilo. L’uomo finito agli arresti domiciliari con accuse gravissime, leggasi truffa ai danni dello Stato, falso, corruzione, e altre contestazioni. Una truffa portata avanti quasi alla luce del sole, visto che lo stesso Di Donato ripeteva spesso e volentieri: «Io faccio l’imprenditore: mi occupo del sociale sì, ma non sono mica un prete, devo fare utili». Ancora un altro caso a scuotere la gestione dei migranti. La Polizia di Stato di Latina ha arrestato 6 soggetti, responsabili di alcune Onlus operanti nella gestione di numerosi Centri di Accoglienza Straordinaria (C.A.S.) nel sud Pontino per i reati di falso, truffa aggravata, frode nelle pubbliche forniture e maltrattamenti nei confronti dei migranti.
I poliziotti della Squadra Mobile di Latina, in collaborazione con il Commissariato di Fondi, hanno effettuato accurati sopralluoghi all’interno di numerosi Centri di Accoglienza Straordinaria, riscontrando gravi situazioni di sovraffollamento e carenze di natura igienico-sanitaria.

Le indagini sono state effettuate anche sulla documentazione depositata dai responsabili delle Onlus per la partecipazione ai bandi di gara indetti per l’accoglienza dei migranti, facendo emergere gravi e sistematiche violazioni nell’esecuzione degli obblighi assunti dai gestori dei C.A.S. in sede di aggiudicazione delle gare.
Le intercettazioni hanno consentito di scoprire un insospettabile giro di guadagni illeciti in nome della solidarietà, tramite l’utilizzo dei fondi destinati all’accoglienza per fini personali.

I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11.00 in Questura.

image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: